Europa
Gravi accuse a Ong
Sequestrata la nave della Pro Activa Open Arms
Associazione per delinquere: sono sotto accusa i responsabili della ong dopo quanto avvenuto nel Canale di Sicilia la settimana scorsa. La nave è ora bloccata nel porto di Pozzallo. E rischia di non poter più ripartire
unione europea
I conti al tempo della Brexit
Il prossimo Quadro finanziario pluriennale coprirà un periodo di almeno cinque anni a partire dal 2021. Inizierà dopo l’uscita del Regno Unito dall’Ue, la quale avrà importanti conseguenze perché avremo 14 miliardi di euro in meno sul piatto
l'intervista
L’impatto di #metoo in Francia? Radicale
La militante femminista francese Caroline De Haas, 37 anni, si batte da sempre contro il sessismo di tutti i giorni ed è uno dei volti mediatici di #metoo in Francia. L'abbiamo intervistata in occasione dell'8 marzo
rassegna stampa tedesca
Il voto italiano visto dalla Germania
“Vittoria dei populisti”. “Incubo per l'Europa”. “Italia in un vicolo cieco”. Sono alcuni dei titoli dei principali giornali e siti tedeschi sull'esito delle elezioni italiane
contro l'inquinamento
Le città tedesche possono vietare i diesel
Le città tedesche possono vietare la circolazione delle auto diesel per migliorare la qualità dell'aria. Lo ha sancito il tribunale amministrativo federale di Lipsia con una sentenza-apripista
Europa
I nuovi clochard: con il lavoro, senza la casa
Nell'Unione europea sono in forte aumento le persone senza casa, anche in Paesi attenti al sociale. Spesso sono giovani e hanno un lavoro. Precario
riforma immigrazione
Il bastone e la carota di Macron
Un giovane deputato ha elaborato per l'Eliseo un progetto in 72 proposte che punta a reinventare l’integrazione economica, culturale e linguistica delle 130.000 persone che si installano ogni anno in Francia e che vogliono restarci. Ma, allo stesso tempo, dal ministro dell'Interno arriva una stretta sull'accoglienza
parla Dragan Janjić
Serbia, giornalisti sotto attacco
Dragan Janjić, corrispondente di Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa dalla Serbia, è l’ultimo giornalista bersaglio di una campagna diffamatoria (e di minacce) da parte dei nazionalisti. Lo abbiamo intervistato
rassegna stampa tedesca
La Grosse Koalition vista dai giornali
La nuova coalizione c'è, Angela Merkel resta cancelliera. Tutto quindi come quattro anni fa? Non proprio. Ecco cosa pensano i giornali tedeschi del governo Cdu-Spd appena nominato
europa
Grecia-Macedonia, la disputa infinita
Per lungo tempo Atene si è rifiutata di accettare che lo Stato confinante si desse qualsiasi nome con la parola Macedonia. Ora Tsipras ha una posizione più flessibile ma...
in 120 carceri francesi
Perché scioperano gli agenti penitenziari?
Uno sciopero così, nelle prigioni francesi, non lo si vedeva da 25 anni. Siamo al decimo giorno di una protesta che coinvolge gli agenti di custodia in più di 120 carceri. Molti istituti sono completamente bloccati, al punto che polizia e gendarmi hanno dovuto sostituire i secondini
i bambini e la memoria
“Cara Anne, grazie per il tuo diario”
Un ponte per Anne Frank è un'associazione di volontariato che porta in giro per l'Italia, soprattutto nelle scuole, ma anche nei centri di aggregazione giovanile, la storia di Anna e del suo diario. Gli incontri si concludono spesso con una pagina scritta dai bambini, è il diario che loro indirizzano ad Anna
francia
50 anni in difesa delle proprie terre
E' attesa a breve la decisione definitiva sulla costruzione di un aeroporto a Notre Dame des Landes, un piccolo villaggio nell'entroterra della Loira Atlantica, che da 50 anni è il simbolo della lotta ai grandi progetti inutili francesi
sulle alpi francesi
I montanari che salvano i migranti dal gelo
Siamo a 1.700 metri d’altezza, vicino al Col de l’échelle, piccolo passo alpino che separa la Francia dall’Italia. Questa è ormai la strada dei migranti che vogliono lasciare l’Italia. I montanari hanno creato una rete di solidarietà: c’è chi li accoglie, chi li cura, chi li aiuta a fare il bucato, chi offre sostegno giuridico e chi organizza, ogni sera, ronde per cercare i dispersi in montagna. Come dimostra questo video
germania
Afd, ancora più a destra
Un partito diviso, spostato ancora un po' più a destra. E in calo nei sondaggi - i recenti lo danno al 10 per cento. Potremmo tracciare così il ritratto della Afd
riforma del lavoro
Il successo del metodo Macron
In termini di flessibilità, il nuovo codice del lavoro francese va ben oltre la contestata Loi El Khomri voluta da Hollande. Eppure la riforma è passata grazie all'abilità di Macron di stendere i suoi avversari
Tentativo di corruzione
Croazia, la dura vita dei reporter, tra minacce e pressioni
Il giornalista croato Drago Hedl stava investigando su un membro del parlamento croato, Franjo Lucić, esponente del partito di Governo HDZ e sugli affari delle sue aziende. Il reportage avrebbe fatto luce sui suoi traffici sporchi e lo avrebbe messo nei guai. E allora Lucic gli ha offerto dei soldi per non scrivere l’articolo
genocidio di srebrenica
Ergastolo a Mladic. Parla una sopravvissuta
Ai tempi del conflitto bosniaco Azra Ibrahimovic aveva 13 anni e viveva in un villaggio non lontano da Srebrenica. Azra perse il padre e il fratello sedicenne. Anche loro sono finiti in una delle tante fosse comuni in cui i soldati di Mladic avevano gettato i cadaveri di tutti gli uomini di Srebrenica dopo averli trucidati. Oggi ha seguito la lettura della sentenza in diretta tv. Esteri l'ha intervistata
estrema destra in polonia
“Dio, onore, patria”. La marcia di Varsavia
Erano in 60mila, soprattutto giovani, molti a viso coperto e con la bandiera verde filo-fascista degli Anni 30. L'intervista a Cristina Carpinelli dell'Ispi
austria
Sarà un governo di estrema destra
Mentre l'Austria si prepara a un ingresso nel nuovo governo del partito di ultradestra FPOe, in una coalizione con i Popolari, abbiamo incontrato a Vienna l'esperto di estrema destra Bernhard Weidinger che lavora per l'Archivio di documentazione della Resistenza austriaca
possibili scenari
Il rebus dell’indipendenza catalana
C’è molta confusione intorno alla crisi catalana. Non solo sembra impossibile fare previsioni su quello che succederà. Ci sono enormi difficoltà anche nel comprendere quello che sta succedendo adesso. Per semplificare dobbiamo fare un esercizio intellettuale ardito, che alcuni potrebbero bollare di fantapolitica, ma in questo momento non ci sono alternative
contro le molestie
#metoo in piazza a Parigi
Era l’occasione di trasformare l’hashtag #metoo che spopola sui social network di mezzo mondo in una manifestazione di sostegno alle donne vittime di violenza o molestie in Francia, una presa di coscienza e una reazione collettiva. La nostra inviata in Place de la République ha raccolto le voci di chi ha partecipato
catalogna
Senza ritorno
Fino a oggi Madrid e Barcellona hanno giocato a scacchi. Continueranno a farlo, ma in una dimensione nuova e ancora più pericolosa