Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mer 13/11

    Jazz Ahead di mer 13/11

    Giornale Radio - 14/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 13/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 13/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 13/11 delle 19:50

    Metroregione di mer 13/11 delle 19:50

    Rassegna Stampa - 14/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Funk shui di mer 13/11

    Funk shui di mer 13/11

    Funk shui - 14/11/2019

  • PlayStop

    Memos di mer 13/11

    Democrazia, una questione non solo dell’est Europa. Trent’anni dopo il Muro di Berlino, la promessa non mantenuta della democrazia riguarda…

    Memos - 14/11/2019

  • PlayStop

    psicoradio di mer 13/11

    psicoradio di mer 13/11

    Psicoradio - 14/11/2019

  • PlayStop

    Cosa ne Bici del mer 13/11

    Cosa ne Bici del mer 13/11

    Cosa ne BICI? - 14/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di mer 13/11 (prima parte)

    Ora di punta di mer 13/11 (prima parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 14/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di mer 13/11 (seconda parte)

    Ora di punta di mer 13/11 (seconda parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 14/11/2019

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 13/11

    Il demone del tardi - copertina di mer 13/11

    Il demone del tardi - 14/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mer 13/11 (seconda parte)

    ira rubini, cult, raffaello e gli amici di urbino, galleria nazionale delle marche a palazzo ducale di urbino, tiziana ricci,…

    Cult - 14/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mer 13/11 (prima parte)

    ira rubini, cult, raffaello e gli amici di urbino, galleria nazionale delle marche a palazzo ducale di urbino, tiziana ricci,…

    Cult - 14/11/2019

  • PlayStop

    Esteri di mer 13/11

    i raid aerei israeliani hanno causato la morte di 24 palestinesi, 73 i feriti. ..Tra le vittime un bambino di…

    Esteri - 14/11/2019

  • PlayStop

    Jack di mer 13/11 (seconda parte)

    Jack di mer 13/11 (seconda parte)

    Jack - 14/11/2019

  • PlayStop

    Jack di mer 13/11 (prima parte)

    Jack di mer 13/11 (prima parte)

    Jack - 14/11/2019

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mer 13/11

    Si parla con Piero Milani del Centro Fauna Selvatica Il Pettirosso, dell'Operazione Pettirosso contro il bracconaggio, di valli bresciane, di…

    Considera l’armadillo - 14/11/2019

  • PlayStop

    Note dell'autore di mer 13/11

    MIRIAM TOEWS-LA MIA ESTATE FORTUNATA-DONNE CHE PARLANO- Presentato da:IRA RUBINI e CHIARA RONZANI

    Note dell’autore - 14/11/2019

  • PlayStop

    Tributo a Piero Scaramucci

    Diretta dalla Sala Alessi a Palazzo Marino. Presentazione di Lorenza Ghidini. Con gli interventi di Massimo Bacchetta (RP), Carlo Smuraglia…

    Gli speciali - 11/12/2019

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 13/11

    Rassegna stampa internazionale di mer 13/11

    Rassegna stampa internazionale - 14/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di mer 13/11

    Ora di punta di mer 13/11

    Ora di punta – I fatti del giorno - 14/11/2019

  • PlayStop

    Malos di mer 13/11 (seconda parte)

    Malos di mer 13/11 (seconda parte)

    MALOS - 14/11/2019

  • PlayStop

    Malos di mer 13/11 (prima parte)

    Malos di mer 13/11 (prima parte)

    MALOS - 14/11/2019

  • PlayStop

    Malos di mer 13/11

    Malos di mer 13/11

    MALOS - 14/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

Renzi punta al reincarico

Il presidente della Repubblica sa che le consultazioni per un governo di responsabilità nazionale hanno remote possibilità. E che sullo sfondo si delinea una soluzione diversa: attendere la sentenza della Corte Costituzionale che si riunirà il 24 gennaio per decidere le sorti dell’Italicum, apportare le modifiche alle leggi elettorali di Camera e Senato per armonizzarle evitando di rendere il Paese ingovernabile, e poi votare. Per farlo non occorrono tempi lunghi ma occorre volontà politica. Occorre un governo insediato.

Potrebbe essere un Renzi-bis.

Il senso del discorso di Renzi alla direzione del Partito Democratico è in una breve frase: “osservo e rilancio”.

Renzi è ferito ma non ha intenzione di arrendersi. Ieri, nella sua relazione senza possibilità di repliche, nessuna autocritica. Ha dedicato poche ferzanti battute per liquidare la sconfitta al referendum, per attaccare gli avversari esterni e interni -“non si potevano vedere quei dirigenti Pd che hanno stappato le bottiglie”, ha confidato poi un renziano di prima fila- ha rivendicato i risultati del suo governo, ha citato la proposta di Giuliano Pisapia non escludendo uno scenario possibile futuro. Tutto per dire una cosa: “il leader del Pd resto io e sono nelle condizioni politiche di gestire qualunque nuova fase politica”.

Il carattere è sempre quello. Di fronte al pericolo, attacca. Nel partito cercano da giorni di commissariarlo. Franceschini, Orlando e ormai anche i “giovani turchi” del presidente Pd Orfini, le componenti che formano l’ossatura del suo potere assieme ai renziani ortodossi, sono adesso alleati “con riserva”. Continueranno a sostenerlo solo se non commetterà ulteriori errori.

Renzi non può non tenerne conto. Ma non vuole nemmeno rinunciare a gestire da Palazzo Chigi la fase delicatissima che precederà le elezioni, dato che nel partito il suo potere non è più così intangibile. E le modifiche alla legge elettorale non sono solo un fattore tecnico. Servono a delineare il quadro delle possibili alleanze e a stabilire quanto peso avranno le segreterie dei partiti nella composizione del Parlamento.

 

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni