Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di dom 17/11 delle ore 08:30

    GR di dom 17/11 delle ore 08:30

    Giornale Radio - 17/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sab 16/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 17/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di ven 15/11 delle 19:49

    Metroregione di ven 15/11 delle 19:49

    Rassegna Stampa - 17/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Chassis di dom 17/11

    Chassis di dom 17/11

    Chassis - 17/11/2019

  • PlayStop

    Favole al microfono di dom 17/11

    Favole al microfono di dom 17/11

    Favole al microfono - 17/11/2019

  • PlayStop

    Snippet di sab 16/11

    Snippet di sab 16/11

    Snippet - 17/11/2019

  • PlayStop

    The Box di sab 16/11

    The Box di sab 16/11

    The Box - 17/11/2019

  • PlayStop

    Il Sabato del Villaggio di sab 16/11 (prima parte)

    Il Sabato del Villaggio di sab 16/11 (prima parte)

    Il sabato del villaggio - 17/11/2019

  • PlayStop

    Il Sabato del Villaggio di sab 16/11 (seconda parte)

    Il Sabato del Villaggio di sab 16/11 (seconda parte)

    Il sabato del villaggio - 17/11/2019

  • PlayStop

    Il Sabato del Villaggio di sab 16/11

    Il Sabato del Villaggio di sab 16/11

    Il sabato del villaggio - 17/11/2019

  • PlayStop

    Pop Up di sab 16/11 (terza parte)

    Pop Up di sab 16/11 (terza parte)

    Pop Up Live - 17/11/2019

  • PlayStop

    Pop Up di sab 16/11 (prima parte)

    Pop Up di sab 16/11 (prima parte)

    Pop Up Live - 17/11/2019

  • PlayStop

    Pop Up di sab 16/11 (seconda parte)

    Pop Up di sab 16/11 (seconda parte)

    Pop Up Live - 17/11/2019

  • PlayStop

    Il Suggeritore di sab 16/11

    Il Suggeritore di sab 16/11

    Il suggeritore - 17/11/2019

  • PlayStop

    Pop Up di sab 16/11

    Pop Up di sab 16/11

    Pop Up Live - 17/11/2019

  • PlayStop

    Ten ten Chart di sab 16/11

    Ten ten Chart di sab 16/11

    Ten ten chart - 17/11/2019

  • PlayStop

    Mind the Gap di sab 16/11

    Mind the Gap di sab 16/11

    Mind the gap - 17/11/2019

  • PlayStop

    Passatel di sab 16/11

    Passatel di sab 16/11

    Passatel - 17/11/2019

  • PlayStop

    Sidecar di sab 16/11

    Sidecar di sab 16/11

    Sidecar - 17/11/2019

  • PlayStop

    I Girasoli di sab 16/11 (prima parte)

    I Girasoli di sab 16/11 (prima parte)

    I girasoli - 17/11/2019

  • PlayStop

    I Girasoli di sab 16/11 (seconda parte)

    I Girasoli di sab 16/11 (seconda parte)

    I girasoli - 17/11/2019

  • PlayStop

    I Girasoli di sab 16/11

    I Girasoli di sab 16/11

    I girasoli - 17/11/2019

  • PlayStop

    Sabato Libri di sab 16/11 (prima parte)

    Sabato Libri di sab 16/11 (prima parte)

    Sabato libri - 17/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

Colombia, bocciato l’accordo di pace con le Farc

Clamoroso risultato in Colombia.

L’accordo di pace con le FARC, firmato la scorsa settimana, è stato bocciato nel referendum popolare. Il NO ha vinto di strettissima misura, circa 60mila voti. Alle urne è andato però solo il 40% degli aventi diritto.

Il presidente Santos ha detto che continuerà a lavorare per la pace. Il leader della guerriglia, Timochenko, ha fatto sapere che l’organizzazione continuerà a rispettare il cessate il fuoco. Le delegazioni delle due parti si incontreranno a Cuba per valutare le prossime mosse.

Il NO si è imposto con un 51,3 per cento rispetto al sì che è rimasto al 49,7. Un risultato che è vincolante per il governo e indebolisce pesantemente la leadership del presidente Santos, da anni impegnato nelle trattative. Dal punto di vista giuridico tutte le procedure avviate per applicare il piano di pace sono per il momento sospese. Santos però può procedere a delle modifiche dell’accordo raggiunto con le Farc senza dover riaprire un tavolo di trattative, e in questo caso non sarebbe poi costretto a sottoporre le modifiche ad un nuovo referendum perché non lo prevede la Costituzione. Consultare i colombiani è stata una sua libera scelta. Santos decise di indire un referendum perché si rendeva conto di essere a un passaggio storico.

Non si sa cosa potrebbe accadere nell’immediato. Ma è chiaro che il responso del paese, giunto dopo 52 anni di guerra, 200 mila morti e 180 mila sequestri peserà sul futuro della Colombia.

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni