Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di lun 11/11 delle ore 07:01

    GR di lun 11/11 delle ore 07:01

    Giornale Radio - 11/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 11/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 11/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 11/11 delle 19:48

    Metroregione di lun 11/11 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 11/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 12/11

    Ora di punta di mar 12/11

    Ora di punta – I fatti del giorno - 11/12/2019

  • PlayStop

    Due di due di mar 12/11 (prima parte)

    Due di due di mar 12/11 (prima parte)

    Due di Due - 11/12/2019

  • PlayStop

    Due di due di mar 12/11 (seconda parte)

    Due di due di mar 12/11 (seconda parte)

    Due di Due - 11/12/2019

  • PlayStop

    Varia Umanità

    - Segnalazioni dagli inserti domenicali dei quotidiani nazionali..- Lavoro precario durante le "week" milanesi: servizio di Roberto Maggioni ..- 150…

    Varia umanità - 11/12/2019

  • PlayStop

    Due di due di mar 12/11

    Due di due di mar 12/11

    Due di Due - 11/12/2019

  • PlayStop

    Radio Session di mar 12/11

    Radio Session di mar 12/11

    Radio Session - 11/12/2019

  • PlayStop

    Tazebao di mar 12/11

    Tazebao di mar 12/11

    Tazebao - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11 (terza parte)

    Prisma di mar 12/11 (terza parte)

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11 (prima parte)

    Prisma di mar 12/11 (prima parte)

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11 (seconda parte)

    Prisma di mar 12/11 (seconda parte)

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11

    Prisma di mar 12/11

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11 (terza parte)

    Fino alle otto di mar 12/11 (terza parte)

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11 (prima parte)

    Fino alle otto di mar 12/11 (prima parte)

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11 (seconda parte)

    Fino alle otto di mar 12/11 (seconda parte)

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11

    Fino alle otto di mar 12/11

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 11/11

    Rassegna stampa internazionale di lun 11/11

    Rassegna stampa internazionale - 11/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 11/11 (prima parte)

    Malos di lun 11/11 (prima parte)

    MALOS - 11/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 11/11 (seconda parte)

    Malos di lun 11/11 (seconda parte)

    MALOS - 11/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 11/11

    Ora di punta di lun 11/11

    Ora di punta – I fatti del giorno - 11/11/2019

  • PlayStop

    Doppio Click di lun 11/11

    Doppio Click di lun 11/11

    Doppio Click - 11/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

Una buona notizia: Ghina è in ospedale

Il suo caso è stato lanciato dalla TV Al Hadath. La storia di Ghina ha commosso il mondo. Due settimane fa, un cecchino l’ha colpita alla coscia e la frattura multipla dell’osso non ha ottenuto le cure necessarie nella sua città Madhaya, assediata dalle truppe governative e dai guerriglieri di Hezbullah libanesi.

Madhaya è una cittadina di 40 mila abitanti sotto il controllo dell’esercito dell’opposizione.  Si trova nella provincia di Damasco, non lontano dal confine con il Libano.

Ghina Hammad Wadie è una bambina di 11 anni e lo scorso 2 Agosto è stata colpita all’anca da un cecchino mentre andava a fare la spesa per la famiglia. Nella città non ci sono le strutture sanitarie adeguate per curarla e la bambina continua a soffrire atroci dolori. Qui potete vedere un servizio di una Tv araba su Ghina)

Gli analgesici con i quali veniva curata non erano sufficienti a calmare i dolori. L’unico modo per poterla curare sarebbe stato quello di evacuarla verso Damasco o Beirut, dove ci sono gli ospedali attrezzati per curare fratture simili.

Un’intervista con la madre sulla Tv Al Hadath ha portato il caso alla ribalta dei media e delle organizzazioni umanitarie internazionali.

L’appello di Amnesty International e le azioni svolte dalle comunità siriane in Europa e negli Stati Uniti, hanno portato il regime di Damasco e le milizie di Hezbullah libanesi, che assediano tuttora la città, ad autorizzare la sua evacuazione. Nella notte tra Sabato e Domenica, un’autoambulanza della Mezzaluna rossa siriana ha trasferito la bambina in un ospedale di Damasco, insieme alla madre.

Una buona notizia, in mezzo ad una montagna di sofferenze.

  • Autore articolo
    Farid Adly
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni