Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di mar 19/11 delle ore 19:31

    GR di mar 19/11 delle ore 19:31

    Giornale Radio - 19/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mar 19/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 19/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mar 19/11 delle 19:51

    Metroregione di mar 19/11 delle 19:51

    Rassegna Stampa - 19/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    L'altro martedi' di mar 19/11

    L'altro martedi' di mar 19/11

    L’Altro Martedì - 19/11/2019

  • PlayStop

    Wi-Fi Area del mar 19/11

    Wi-Fi Area del mar 19/11

    Wi-fi Area - 19/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 19/11 (seconda parte)

    Ora di punta di mar 19/11 (seconda parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 19/11 (prima parte)

    Ora di punta di mar 19/11 (prima parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/11/2019

  • PlayStop

    Esteri di mar 19/11

    Privatizzazione della terra su ampia scala. È il piano che vuole mettere in campo il presidente ucraino Zelensky con la…

    Esteri - 19/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 19/11

    Ora di punta di mar 19/11

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/11/2019

  • PlayStop

    Malos di mar 19/11 (seconda parte)

    Malos di mar 19/11 (seconda parte)

    MALOS - 19/11/2019

  • PlayStop

    Malos di mar 19/11 (prima parte)

    Malos di mar 19/11 (prima parte)

    MALOS - 19/11/2019

  • PlayStop

    Malos di mar 19/11

    Malos di mar 19/11

    MALOS - 19/11/2019

  • PlayStop

    C. C. Patterson, l'uomo che ci ha salvato dagli zombie

    Fino agli anni '80, la norma era la benzina con il piombo. Cosa sarebbe successo se non fossero cambiate le…

    PopCast - 19/11/2019

  • PlayStop

    Il bambino senza nome

    Favola tratta da una raccolta curata da Amnesty International e narrata dalla cia. teatrale Aresina. A cura di Diana Santini

    Favole al microfono - 19/11/2019

  • PlayStop

    Due di due di mar 19/11 (prima parte)

    Intervista telefonica a Laura Gramuglia per il suo libro Rocket Girls, che racconta 50 storie di musiciste che hanno alzato…

    Due di Due - 19/11/2019

  • PlayStop

    Due di due di mar 19/11 (seconda parte)

    Commentiamo con Dario Maggiorini l'arrivo di Google Stadia, nuova piattaforma di gaming in streaming. (seconda parte)

    Due di Due - 19/11/2019

  • PlayStop

    AVENIDA BRASIL - 17-11-19

    Latin Grammy 2019 per la lingua portoghese (20a edizione). Playlist: 1. Fragmento lirico, Gil (Grupo Corpo), Gilberto Gil, 2019 2.…

    Avenida Brasil - 19/11/2019

  • PlayStop

    Due di due di mar 19/11

    Due di due di mar 19/11

    Due di Due - 19/11/2019

  • PlayStop

    Jack di mar 19/11 (seconda parte)

    Jack di mar 19/11 (seconda parte)

    Jack - 19/11/2019

  • PlayStop

    Jack di mar 19/11 (prima parte)

    Jack di mar 19/11 (prima parte)

    Jack - 19/11/2019

  • PlayStop

    Jack di mar 19/11

    Jack di mar 19/11

    Jack - 19/11/2019

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mar 19/11

    Considera l'armadillo mar 19/11

    Considera l’armadillo - 19/11/2019

  • PlayStop

    Sam Rivers (1)

    Jazz Anthology di lun 18/11

    Jazz Anthology - 19/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

I 90 anni di Fidel

Fidel Castro compie 90 anni.  Nell’ultima sua apparizione pubblica, all’ultimo congresso del Partito Comunista Cubano, ha tenuto un breve discorso politico, una sorta di commiato e di testamento politico.  “Fra poco dovrei compiere novanta anni, non me lo sarei mai immaginato e non è mai stato frutto di uno sforzo, è stato un capriccio del caso. – ha detto Castro nel suo discorso – Ben presto sarò come tutti gli altri. A tutti arriverà il proprio turno, ma resteranno le idee dei cubani come prova che in questo pianeta, se si lavora con fervore e dignità, si possono produrre i beni materiali e culturali di cui gli esseri umani hanno bisogno.

fidel-castro ultimo discorso

Il Lider Maximo ha così difeso la sua opera e il suo regime, sapendo bene che i cambiamenti in corso a Cuba (con la riapertura delle relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti) con tutta probabilità porteranno l’isola che ha governato per decenni verso orizzonti diversi rispetto a quelli per cui lui ha lavorato per tanti anni. Così come è ben conscio del fatto che la sua figura verrà analizzata dagli storici attraverso le luci e le ombre della sua biografia: il rivoluzionario, leader di un movimento di liberazione dei popoli, accanto al capo di un regime che ha represso i diritti politici dei cubani.

castro biografia 2

Figlio di un agiato piantatore, avvocato, dopo il colpo di stato di Batista (1952) si schierò tra gli oppositori della dittatura e il 26 luglio 1953 guidò un attacco contro la caserma Moncada di Santiago de Cuba. Condannato a 15 anni di prigione fu amnistiato nel 1955 e si rifugiò in Messico.

castro giovane

Nel dicembre del 1956 sbarca con poche decine di uomini sulla costa orientale di Cuba inizia la guerriglia contro Batista. Ottenuto un largo sostegno popolare, in particolare fra i contadini, nel marzo 1958 Castro lancia l’offensiva finale, conclusasi nel gennanio del 1959 con il suo ingresso trionfale all’Avana.

Cuban guerrilla leader Fidel Castro does some reading while at his rebel base in Cuba's Sierra Maestra mountains in this 1957 photo. (AP Photo/Andrew St. George)

Castro deve subito affrontare i gravi problemi economici e sociali che affligono Cuba e lo fa con una serie di drastici provvedimenti che colpisocno anche gli importanti interessi degli Stati Uniti nell’isola.

castro nixon

La reazione di questi ultimi e la crescita della tensione fra i due paesi spinge Castro ad avvicinarsi sempre più all’Unione Sovietica.

castro krusvioc

Dopo la Crisi dei Missili del 1962, Castro persegue una politica volta a favorire la diffusione dei movimenti di guerriglia in America latina ma l’insuccesso dei tentativi rivoluzionari in Sudamerica e il permanere dell’isolamento di Cuba e della sua dipendenza economica dall’URSS lo costringono a un riavvicinamento con Mosca.

fidel_castro e che guievara

Dopo il varo dalla nuova costituzione cubana nel 1976,  Castro concentra nelle sue mani tutto il potere a Cuba: viene eletto capo dello stato, carica che somma a quella di presidente del Consiglio dei Ministri, di comandante in capo delle forze armate rivoluzionarie e di primo segretario del PCC.

Fidel and Raul Castro 1977

Dopo la fine dell’Urss, Castro si è trovato sempre più isolato a livello internazionale. Le condizioni eocnomiche di Cuba peggiorano in quegli anni anche grazie all’inasprimento dell’embargo statunitense nel 1992.

Fidel-raul-castro

Lo stesso pontefice Giovanni Paolo II, durante la sua visita a Cuba nel gennaio 1998, ha definito l’embargo eticamente inaccettabile

castro pg 2

Nel febbraio 2008 Castro si è dimesso dalle cariche ricoperte per quasi mezzo secolo e la guida del paese è passata al fratello Raúl. In questi anin, il regime cubano si è appoggiato sulla Chiesa cattolica per uscire dall’isolamento internazionale (è stato grazie a Papa Francesco che si è arrivati alla normalizzazione dei rapporti con gli Stati Uniti) e per avere uno sponda rispetto alla continuità dello stesso regime dopo la scomparsa dei due fratelli Castro.

fidel-castro ultimo discorso

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni