Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di lun 11/11 delle ore 09:30

    GR di lun 11/11 delle ore 09:30

    Giornale Radio - 11/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 11/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 11/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 11/11 delle 19:48

    Metroregione di lun 11/11 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 11/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Tazebao di mar 12/11

    Tazebao di mar 12/11

    Tazebao - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11 (terza parte)

    Prisma di mar 12/11 (terza parte)

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11 (prima parte)

    Prisma di mar 12/11 (prima parte)

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11 (seconda parte)

    Prisma di mar 12/11 (seconda parte)

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11

    Prisma di mar 12/11

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11 (terza parte)

    Fino alle otto di mar 12/11 (terza parte)

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11 (prima parte)

    Fino alle otto di mar 12/11 (prima parte)

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11 (seconda parte)

    Fino alle otto di mar 12/11 (seconda parte)

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11

    Fino alle otto di mar 12/11

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Due di due di lun 11/11

    Due di due di lun 11/11

    Due di Due - 11/11/2019

  • PlayStop

    Esteri di lun 11/11

    1-Bolivia. Evo Morales costretto a dimettersi. Nel paese è iniziata la caccia ai suoi uomini. Contro il presidente un alleanza…

    Esteri - 11/11/2019

  • PlayStop

    Due di due di lun 11/11 (prima parte)

    Due di due di lun 11/11 (prima parte)

    Due di Due - 11/11/2019

  • PlayStop

    Due di due di lun 11/11 (seconda parte)

    Due di due di lun 11/11 (seconda parte)

    Due di Due - 11/11/2019

  • PlayStop

    Cult di lun 11/11 (prima parte)

    ivana trettel, bookcity 2019, carcere di opera, opera liquida, bruno brancher, una vita da lingera, laboratorio formentini, marta inversini, tiziana…

    Cult - 11/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 11/11

    Malos di lun 11/11

    MALOS - 11/11/2019

  • PlayStop

    Cult di lun 11/11 (seconda parte)

    ivana trettel, bookcity 2019, carcere di opera, opera liquida, bruno brancher, una vita da lingera, laboratorio formentini, marta inversini, tiziana…

    Cult - 11/11/2019

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 11/11

    Rassegna stampa internazionale di lun 11/11

    Rassegna stampa internazionale - 11/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 11/11 (prima parte)

    Malos di lun 11/11 (prima parte)

    MALOS - 11/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 11/11 (seconda parte)

    Malos di lun 11/11 (seconda parte)

    MALOS - 11/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 11/11

    Ora di punta di lun 11/11

    Ora di punta – I fatti del giorno - 11/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

I bambini vittime dell’attentato

84 morti, 50 feriti tra la vita e la morte. Il tremendo bilancio, ancora provvisorio, dell’attentato di Nizza.

Tra queste vittime, purtroppo, anche tanti bambini: secondo Nice Matin, 54 bambini sono stati ricoverati all’ospedale pediatrico Lenval di Nizza e tre di questi sono morti in mattinata.

Una giornalista di Le Monde, Lucie Soullier, ha raccolto alcune testimonianze di bambini che erano lì, sulla promenade des Anglais, quando il camion si è scagliato contro la folla.

Skander, 5 anni, ha raccontato quello che ha visto agli psicologi del centro d’aiuto alle vittime di Nizza. “Là c’è la gente morta, là il mare”, ha detto Skander, descrivendo il suo disegno. Era lì e ha osservato la scena dal finestrino della macchina, ha detto la madre. “Lo so perché è successo. Perché c’era la festa!”, dice Skander al padre che, accarezzandogli i riccioli bruni, gli dice di tornare a casa.

A qualche metro da dove giocava ieri, Aya, 8 anni, resta immobilizzata di fronte al mare. Doveva incontrare Sophia qui, sulla spiaggia più in giù rispetto alla promenade. Le due famiglie dovevano ritrovarsi lì la sera per i fuochi d’artificio. Sophia non è venuta, allora Aya è voluta tornare di nuovo nello stesso posto oggi, non si sa mai. Ma ancora nessuna traccia di Sophia.

Immagini e momenti di terrore che, difficilmente, questi bambini riusciranno a dimenticare. E sono ancora molti quelli stanno ancora lottando, tra la vita e la morte.

  • Autore articolo
    Simona Saccaro
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni