Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di lun 18/11 delle ore 15:30

    GR di lun 18/11 delle ore 15:30

    Giornale Radio - 18/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 18/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 18/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 18/11 delle 07:14

    Metroregione di lun 18/11 delle 07:14

    Rassegna Stampa - 18/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Due di due di lun 18/11

    Due di due di lun 18/11

    Due di Due - 18/11/2019

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 18/11 (seconda parte)

    Senti un po' di lun 18/11 (seconda parte)

    Senti un po’ - 18/11/2019

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 18/11 (prima parte)

    Senti un po' di lun 18/11 (prima parte)

    Senti un po’ - 18/11/2019

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 18/11

    Senti un po' di lun 18/11

    Senti un po’ - 18/11/2019

  • PlayStop

    Considera l'armadillo lun 18/11

    Considera l'armadillo lun 18/11

    Considera l’armadillo - 18/11/2019

  • PlayStop

    Radio Session di lun 18/11

    Radio Session di lun 18/11

    Radio Session - 18/11/2019

  • PlayStop

    Piazza Fontana di lun 18/11

    Parliamo dei processi per la strage, del primo di Catanzaro con Benedetta Tobagi, scrittrice e studiosa dello stragismo nero, e…

    Cinquant’anni di Piazza Fontana - 18/11/2019

  • PlayStop

    Tazebao di lun 18/11

    Tazebao di lun 18/11

    Tazebao - 18/11/2019

  • PlayStop

    Radio Agora' di lun 18/11

    Radio Agora' di lun 18/11

    Radio Agorà - 18/11/2019

  • PlayStop

    Note dell'autore di lun 18/11

    Note dell'autore di lun 18/11

    Note dell’autore - 18/11/2019

  • PlayStop

    50 anni di piazza Fontana - sesta puntata

    Parliamo dei processi per la strage, del primo di Catanzaro con Benedetta Tobagi, scrittrice e studiosa dello stragismo nero, e…

    Cinquant’anni di Piazza Fontana - 18/11/2019

  • PlayStop

    Cult di lun 18/11 (seconda parte)

    Cult di lun 18/11 (seconda parte)

    Cult - 18/11/2019

  • PlayStop

    Cult di lun 18/11 (prima parte)

    Cult di lun 18/11 (prima parte)

    Cult - 18/11/2019

  • PlayStop

    Cult di lun 18/11

    Cult di lun 18/11

    Cult - 18/11/2019

  • PlayStop

    Doppio Click di lun 18/11

    Doppio Click di lun 18/11

    Doppio Click - 18/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di lun 18/11 (terza parte)

    Prisma di lun 18/11 (terza parte)

    Prisma - 18/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di lun 18/11 (prima parte)

    Prisma di lun 18/11 (prima parte)

    Prisma - 18/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di lun 18/11 (seconda parte)

    Prisma di lun 18/11 (seconda parte)

    Prisma - 18/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di lun 18/11

    Prisma di lun 18/11

    Prisma - 18/11/2019

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 18/11

    Rassegna stampa internazionale di lun 18/11

    Rassegna stampa internazionale - 18/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

Bruno Arpaia e i “migranti climatici”

Bruno Arpaia approda al Salone del Libro di Torino 2016 con il suo ultimo romanzo, “Qualcosa, là fuori” (ed. Guanda), in cui affronta il tema dei cambiamenti climatici e delle loro conseguenze sul nostro prossimo futuro.

Anno 2082: un anziano professore, dopo una carriera di insegnamento negli Stati Uniti, rientra a Napoli, trovando l’Italia e buona parte dell’Europa annichilita dalla desertificazione, dalla guerra per bande, dagli scontri sociali e razziali, dalla lotta per il potere.

Decide dunque di impiegare le sue ultime risorse per intraprendere la difficile odissea verso la Scandinavia, ultima regione risparmiata dal riscaldamento globale, dove è ancora possibile coltivare e vivere. Ma insieme a lui ci sono migliaia di altri migranti e bisogna superare ostacoli geografici e scansare la minaccia di banditi e trafficanti.

La Terra è in agonia: i grandi fiumi mitteleuropei scomparsi, le temperature impazzite, gli animali decimati, le foreste annientate: si sopravvive solo nella tundra, ormai quasi irraggiungibile.

La narrazione segue un secondo binario, una sorta di flashback parallelo, in cui lo stesso personaggio è fotografato da giovane, impegnato in dibattiti sui cambiamenti climatici con i suoi coetanei, proprio come accade a molti giovani di oggi.

La vicenda dei “migranti climatici” echeggia apertamente quella drammatica degli attuali migranti provenienti dall’Africa e diretti verso l’Europa del Nord.

Con sapienza, Arpaia mescola l’immaginazione ai dati e alle previsioni realmente avanzate dagli scienziati, al punto da farci pensare che lo scenario del romanzo sia davvero probabile nel nostro futuro prossimo.

Lo scrittore, sempre a Torino, è stato ospite di un incontro dedicato alle fortune della scienza in letteratura, organizzato da Il Libraio (www.illibraio.it), giovane realtà del web già molto seguita e presente al Salone del Libro.

Bruno Arpaia è stato ospite della trasmissione Cult di Radio Popolare.

Ascolta l’intervista a Bruno Arpaia.

arpaia

  • Autore articolo
    Ira Rubini
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni