Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di dom 17/11 delle ore 13:01

    GR di dom 17/11 delle ore 13:01

    Giornale Radio - 17/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di dom 17/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 17/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di ven 15/11 delle 19:49

    Metroregione di ven 15/11 delle 19:49

    Rassegna Stampa - 17/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Barrilete Cosmico di dom 17/11

    Barrilete Cosmico di dom 17/11

    Barrilete Cosmico - 17/11/2019

  • PlayStop

    Onde Road di dom 17/11

    Onde Road di dom 17/11

    Onde Road - 17/11/2019

  • PlayStop

    Varia umanita di dom 17/11

    Varia umanita di dom 17/11

    Varia umanità - 17/11/2019

  • PlayStop

    Chassis di dom 17/11 (prima parte)

    Chassis di dom 17/11 (prima parte)

    Chassis - 17/11/2019

  • PlayStop

    Chassis di dom 17/11 (seconda parte)

    Chassis di dom 17/11 (seconda parte)

    Chassis - 17/11/2019

  • PlayStop

    Chassis di dom 17/11

    Chassis di dom 17/11

    Chassis - 17/11/2019

  • PlayStop

    Favole al microfono di dom 17/11

    Favole al microfono di dom 17/11

    Favole al microfono - 17/11/2019

  • PlayStop

    Snippet di sab 16/11

    Snippet di sab 16/11

    Snippet - 17/11/2019

  • PlayStop

    The Box di sab 16/11

    The Box di sab 16/11

    The Box - 17/11/2019

  • PlayStop

    Il Sabato del Villaggio di sab 16/11 (prima parte)

    Il Sabato del Villaggio di sab 16/11 (prima parte)

    Il sabato del villaggio - 17/11/2019

  • PlayStop

    Il Sabato del Villaggio di sab 16/11 (seconda parte)

    Il Sabato del Villaggio di sab 16/11 (seconda parte)

    Il sabato del villaggio - 17/11/2019

  • PlayStop

    Il Sabato del Villaggio di sab 16/11

    Il Sabato del Villaggio di sab 16/11

    Il sabato del villaggio - 17/11/2019

  • PlayStop

    Pop Up di sab 16/11 (terza parte)

    Pop Up di sab 16/11 (terza parte)

    Pop Up Live - 17/11/2019

  • PlayStop

    Pop Up di sab 16/11 (prima parte)

    Pop Up di sab 16/11 (prima parte)

    Pop Up Live - 17/11/2019

  • PlayStop

    Pop Up di sab 16/11 (seconda parte)

    Pop Up di sab 16/11 (seconda parte)

    Pop Up Live - 17/11/2019

  • PlayStop

    Il Suggeritore di sab 16/11

    Il Suggeritore di sab 16/11

    Il suggeritore - 17/11/2019

  • PlayStop

    Pop Up di sab 16/11

    Pop Up di sab 16/11

    Pop Up Live - 17/11/2019

  • PlayStop

    Ten ten Chart di sab 16/11

    Ten ten Chart di sab 16/11

    Ten ten chart - 17/11/2019

  • PlayStop

    Mind the Gap di sab 16/11

    Mind the Gap di sab 16/11

    Mind the gap - 17/11/2019

  • PlayStop

    Passatel di sab 16/11

    Passatel di sab 16/11

    Passatel - 17/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

Idomeni, “una vergogna per l’Europa”

“Si tratta di un’enorme vergogna per la società europea e per un Paese che vuole farne parte. Mi aspetto che gli altri leader europei e l’Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite dicano qualcosa”. Sono le parole con cui il premier greco Alexis Tsipras ha descritto la carica della polizia macedone ai migranti di Idomeni, la città-campo profughi al confine greco-macedone.

Gli scontri, in cui sono stati sparati lacrimogeni e proiettili di gomma, hanno lasciato centinaia di persone ferite, tra cui molti bambini. Nonostante lo sgombero del campo prosegua lentamente (ogni giorno arrivano autobus per portare in campi autorizzati i profughi che accettano questa soluzione), sono ancora più di 11 mila le persone ammassate alla frontiera a Idomeni. “Quelle persone non erano una minaccia – ha detto Tsipras- non erano nemmeno armati”. I migranti hanno raccolto i proiettili utilizzati negli scontri.

La situazione resta calda. L’11 aprile ci sono state diverse manifestazioni per chiedere, invano, che quel cancello si ripara. Anche al Pireo, il porto di Atene, i profughi hanno protestato. Nel campo irregolare al porto si contano circa 4.500 persone e un centinaio di loro ha manifestato per impedire lo spostamento in campi autorizzati. Insieme a loro, anche i sindacati, il partito di sinistra Atarsya e la ong Open the borders.

L’inviato di Controradio Claudio Gherardini ha raccolto immagini della situazione nel campo.

[iframe id=”https://embed.bambuser.com/broadcast/6205929″]

 

 

 

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni