Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di lun 18/11 delle ore 22:31

    GR di lun 18/11 delle ore 22:31

    Giornale Radio - 19/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 18/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 18/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 18/11 delle 19:50

    Metroregione di lun 18/11 delle 19:50

    Rassegna Stampa - 19/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    From Genesis to Revelation di lun 18/11

    From Genesis to Revelation di lun 18/11

    From Genesis To Revelation - 19/11/2019

  • PlayStop

    Jazz Anthology di lun 18/11

    Jazz Anthology di lun 18/11

    Jazz Anthology - 19/11/2019

  • PlayStop

    Basse Frequenze di lun 18/11

    Basse Frequenze di lun 18/11

    Basse frequenze - 19/11/2019

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di lun 18/11

    Jailhouse Rock di lun 18/11

    Jailhouse Rock - 19/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 18/11 (seconda parte)

    Ora di punta di lun 18/11 (seconda parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 18/11 (prima parte)

    Ora di punta di lun 18/11 (prima parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/11/2019

  • PlayStop

    Esteri di lun 18/11

    ..1-Ucrainagate: a sorpresa Donald Trump annuncia che sarebbe pronto a testimoniare sul suo impeachment. (Roberto Festa)..2-Hong Kong. Il politecnico nuovo…

    Esteri - 19/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 18/11

    Ora di punta di lun 18/11

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 18/11 (seconda parte)

    Malos di lun 18/11 (seconda parte)

    MALOS - 19/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 18/11 (prima parte)

    Malos di lun 18/11 (prima parte)

    MALOS - 19/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 18/11

    Malos di lun 18/11

    MALOS - 19/11/2019

  • PlayStop

    Due di due di lun 18/11 (seconda parte)

    Due di due di lun 18/11 (seconda parte)

    Due di Due - 19/11/2019

  • PlayStop

    Due di due di lun 18/11 (prima parte)

    Due di due di lun 18/11 (prima parte)

    Due di Due - 19/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di lun 18/11 (terza parte)

    Prisma di lun 18/11 (terza parte)

    Prisma - 18/11/2019

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 18/11

    Senti un po' di lun 18/11

    Senti un po’ - 18/11/2019

  • PlayStop

    Doppio Click di lun 18/11

    Doppio Click di lun 18/11

    Doppio Click - 18/11/2019

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 18/11 (prima parte)

    Senti un po' di lun 18/11 (prima parte)

    Senti un po’ - 18/11/2019

  • PlayStop

    Cult di lun 18/11

    Cult di lun 18/11

    Cult - 18/11/2019

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 18/11 (seconda parte)

    Senti un po' di lun 18/11 (seconda parte)

    Senti un po’ - 18/11/2019

  • PlayStop

    Cult di lun 18/11 (prima parte)

    Cult di lun 18/11 (prima parte)

    Cult - 18/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

Le associazioni chiedono chiarezza

Un silenzio a dir poco sospetto.

In Italia, a guardare le reazioni, la questione delle emissioni inquinanti delle auto fatica davvero a rompere il muro del silenzio. Particolarmente quando minaccia di coinvolgere prodotti nostrani.

La recente denuncia dell’associazione ambientalista tedesca Deutsche Umwelthilfe a proposito del Suv Fiat 500-X, rischia di essere l’esempio che non sorprende. I test di controllo, commissionati dall’associazione all’Università di Berna, hanno riscontrato emissioni anche 11-22 volte superiori ai limiti di legge, in alcune condizioni. Il direttore federale dell’associazione, Jürgen Resch, ha avanzato più di un sospetto sulla conformità di queste auto alle normative

Lo spunto quindi ci sarebbe. Lo scandalo Volkswagen ancora non ha compiuto un anno e in altri Paesi denunce simili hanno già alimentato più di un caso e di un’inchiesta. Invece, finora, risultato in Italia: poca eco, poche risposte dalla politica, aria di sordina su giornali e tv.

“In Italia c’è un problema tra stampa e industria automobilistica che la sostiene”, dice durante il Microfono aperto Anna Gerometta, avvocato, presidente dell’associazione “Cittadini per l’aria”. Da settimane sta cercando risposte, da parte del governo e del parlamento, su questo come su altri fatti. Finora con pochi risultati.

Ascolta Anna Gerometta

gerometta 1

Fiat finora non ha voluto commentare il dati rivelati dalla Deutsche Umwelthilfe. Ha affidato la sua risposta, indiretta, a un comunicato diffuso ai primi di febbraio, prima cioè della pubblicazione dei risultati dei test.

Un comportamento che non soddisfa Anna Gerometta che, anzi, si appella al governo e al parlamento.

Ascolta Anna Gerometta

gerometta 3

Dall’Italia all’Europa, i problemi non cambiano. In un silenzio italiano pressoché generale, recentemente Bruxelles ha di fatto ritoccato al rialzo i livelli emissioni consentite alle auto controllate. Una decisione molto contestata dalle associazioni. La presidente di ”Cittadini per l’aria” spiega la sua contrarietà e racconta, in sintesi, gli ultimi dieci anni di politica europea sui controlli sulle emissioni delle auo diesel.

Ascolta Anna Gerometta

gerometta 2

Serena Pellegrino, di Sel, è vice presidente della Commissione Ambiente della Camera. La Commissione è la stessa che, in sessione congiunta con la Commissione Trasporti, ascoltò ormai settimane fa il ministro dei Trasporti Delrio a proposito del piano del governo per trasferire su rotaia e nave gran parte del traffico attualmente vincolato alla gomma. In quell’occasione fu affrontato anche il problema dei controlli sulle emissioni delle auto. “È sorpresa del silenzio che sta accompagnando la denuncia tedesca?”, le chiediamo. “Assolutamente no”, risponde lei.

Ascolta Serena Pellegrino

pellegrino

Ascolta tutto il Microfono aperto

micap_1_09_03_2016

  • Autore articolo
    Massimo Bacchetta
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni