Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di mer 20/11 delle ore 15:30

    GR di mer 20/11 delle ore 15:30

    Giornale Radio - 20/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 20/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 20/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 20/11 delle 07:15

    Metroregione di mer 20/11 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 20/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Jack di mer 20/11 (seconda parte)

    Jack di mer 20/11 (seconda parte)

    Jack - 20/11/2019

  • PlayStop

    Jack di mer 20/11 (prima parte)

    Jack di mer 20/11 (prima parte)

    Jack - 20/11/2019

  • PlayStop

    Jack di mer 20/11

    Jack di mer 20/11

    Jack - 20/11/2019

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mer 20/11

    Considera l'armadillo mer 20/11

    Considera l’armadillo - 20/11/2019

  • PlayStop

    Radio Session di mer 20/11

    Radio Session di mer 20/11

    Radio Session - 20/11/2019

  • PlayStop

    Memos di mer 20/11

    30 anni fa la firma della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. L’Osservatoriosuidiritti.it oggi ricorda – come segno del cambiamento…

    Memos - 20/11/2019

  • PlayStop

    Tazebao di mer 20/11

    Tazebao di mer 20/11

    Tazebao - 20/11/2019

  • PlayStop

    cult di merc 8 novembre 2019 (prima parte)

    ira rubini, cult, wer ist wer, we are muesli, torino spazio 900, matteo pozzi, giovanni chiodi lirica, tiziana ricci, genni,…

    Cult - 20/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mer 20/11 (prima parte)

    Cult di mer 20/11 (prima parte)

    Cult - 20/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mer 20/11 (seconda parte)

    Cult di mer 20/11 (seconda parte)

    Cult - 20/11/2019

  • PlayStop

    Note dell'autore di mer 20/11

    Note dell'autore di mer 20/11

    Note dell’autore - 20/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mer 20/11

    Cult di mer 20/11

    Cult - 20/11/2019

  • PlayStop

    Barrilete Cosmico di mer 20/11

    Barrilete Cosmico di mer 20/11

    Barrilete Cosmico - 20/11/2019

  • PlayStop

    Stile Libero: Culture in Movimento 12-11-19

    Gianmarco Fumasoli, Samuel Stern, Bugs Edizioni, Black Country Communion, Lumen Drones, Gazpacho, DEVO, Pink Floyd, Bushman's Revenge, Shanit Ezra Blumentrantz's…

    Stile Libero - 20/11/2019

  • PlayStop

    Stile Libero: Culture in Movimento 19-11-19

    Gianni Morelenbaum Gualberto, Pianisti dell'altro mondo, Teatro Franco Parenti, Frank Zappa, Ensemble Modern, Endless Boogie, John Adams, Brad Mehldau, Vicky…

    Stile Libero - 20/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di mer 20/11 (terza parte)

    Prisma di mer 20/11 (terza parte)

    Prisma - 20/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di mer 20/11 (seconda parte)

    Prisma di mer 20/11 (seconda parte)

    Prisma - 20/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di mer 20/11 (prima parte)

    Prisma di mer 20/11 (prima parte)

    Prisma - 20/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di mer 20/11

    Prisma di mer 20/11

    Prisma - 20/11/2019

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 20/11

    Il demone del tardi - copertina di mer 20/11

    Il demone del tardi - 20/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

“Le nostre vite in mano ai tecnicismi”

Incredule e preoccupate. Le famiglie arcobaleno stanno vivendo queste ore con apprensione crescente.

La loro presidente, Marilena Grassadonia, questa mattina era andata direttamente in Senato per seguire la discussione su una legge che sperava di vedere approvata e che invece, ora, sembra sgretolarsi davanti ai suoi occhi. Il capogruppo del Pd Zanda ha annunciato la richiesta di un rinvio, dopo che il M5S ha ritirato la disponibilità a votare il cosiddetto “emendamento canguro”.  Tecnicismi parlamentari, che nascondono un’evidenza: la possibilità di una legge che approvi, contemporaneamente, le unioni civili e le adozioni dei figli del partner sembra allontanarsi in dirittura d’arrivo, fin quasi a svanire.

“La posizione del M5S è stata una doccia fredda”, dice Grassadonia. “Eravamo fiduciosi che si potesse trovare un accordo tra le parti politiche che hanno sempre sostenuto di volere questa legge. L’emendamento sembrava uno strumento idoneo, per eludere gli emendamenti della Lega che sono molti e pericolosi. La decisione del M5S ha spiazzato tutti. Rispettiamo le loro posizioni, ma credo che in nome dei regolamenti parlamentari non si possa mettere a repentaglio una legge necessaria come questa. Le notre vite non possono essere barattate con nessun tecnicismo”.

Il dilemma, ora, è se sia preferibile una legge monca – senza le adozioni – o nessuna legge. Il Pd, da solo, non ha i numeri per fare approvare il testo nella sua versione completa. Le trattative sono incrociate tra chi spera ancora in un’approvazione, chi sarebbe disponibile a votare solo le unioni civili, chi non vuole rinunciare a punire le continue forzature di Renzi nei confronti di alleati e oppositori.

Marilena Grassadonia è chiara. “Il testo Cirinnà era un primo passo verso l’uguaglianza. Ma questa legge ha un senso soltanto se si tutelano i bambini. Quando guardo in faccia i miei figli devo avere la possibilità e l’orgoglio di rassicurarli che ho fatto di tutto per difenderli. Il voto con uno stralcio sarebbe un risultato inaccettabile. Negli anni ci siamo finalmente conquistati la nostra dignità di genitori: non essere previsti in questo modo nel ddl sarebbe un passo indietro incredibile”.

Ascolta l’intervista a Marilena Grassadonia

marilena grassadonia

  • Autore articolo
    Massimo Bacchetta
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni