Francia
In Francia
5 anni di Mariage Pour Tous
La legge per il matrimonio egualitario in Francia compie 5 anni: cosa è cambiato in questo periodo? I critici ci sono ancora, ma si stanno concentrando su altri fronti.
Tempi difficili in arrivo
Macron liberista europeo coloniale
I nodi in Francia come in Europa stanno venendo al pettine e la filosofia di Macron non pare in grado di affrontarli, né tantomeno scioglierli.
Raid contro il regime
Siria, le bombe “diplomatiche” di Trump
L’operazione decisa dagli Stati Uniti con il supporto di Francia e Regno Unito non cambierà il corso della guerra.
Francia
Le riforme di Macron
La politica francese non accoglie positivamente la prima stesura della riforma delle istituzioni voluta da Macron.
Tre mesi di proteste
Francia, prima giornata di sciopero dei ferrovieri
Lo sciopero dei ferrovieri rischia di durare tre mesi se non sarà raggiunto un accordo
la proposta
Francia: nuova legge contre le molestie
Il testo contiene tre misure principali che puntano in parte ad inasprire il codice penale francese.
l'intervista
L’impatto di #metoo in Francia? Radicale
La militante femminista francese Caroline De Haas, 37 anni, si batte da sempre contro il sessismo di tutti i giorni ed è uno dei volti mediatici di #metoo in Francia. L'abbiamo intervistata in occasione dell'8 marzo
riforma immigrazione
Il bastone e la carota di Macron
Un giovane deputato ha elaborato per l'Eliseo un progetto in 72 proposte che punta a reinventare l’integrazione economica, culturale e linguistica delle 130.000 persone che si installano ogni anno in Francia e che vogliono restarci. Ma, allo stesso tempo, dal ministro dell'Interno arriva una stretta sull'accoglienza
in 120 carceri francesi
Perché scioperano gli agenti penitenziari?
Uno sciopero così, nelle prigioni francesi, non lo si vedeva da 25 anni. Siamo al decimo giorno di una protesta che coinvolge gli agenti di custodia in più di 120 carceri. Molti istituti sono completamente bloccati, al punto che polizia e gendarmi hanno dovuto sostituire i secondini
riforma del lavoro
Il successo del metodo Macron
In termini di flessibilità, il nuovo codice del lavoro francese va ben oltre la contestata Loi El Khomri voluta da Hollande. Eppure la riforma è passata grazie all'abilità di Macron di stendere i suoi avversari
m.magatti/m.revelli
Macron e la solida maggioranza di deputati e astensionisti
L’era Macron ora può cominciare. Vinte le presidenziali, ottenuta una solida maggioranza in Parlamento, il mandato del nuovo presidente poggia però su una fragilissima partecipazione politica. Meno della metà dei francesi è andata a votare ieri al secondo turno delle legislative. Cosa sarà l'era Macron? A Memos Mauro Magatti e Marco Revelli
francia
Per cosa sarà ricordato Hollande?
Esce di scena il presidente che ha dovuto affrontare il terrorismo e che ha promosso l'accordo internazionale sul clima. Vero padrino politico di Macron, lascia una gauche mai così divisa e un partito socialista al 6 per cento
d.deliolanes/l.marsili
Macron e l’eresia greca di Tsipras e Varoufakis
Il neoliberista francese e la sinistra greca. Macron e la coppia Tsipras-Varoufakis. Attenzioni reciproche non formali tra Atene e Parigi, ma restano le divergenze di fondo, racconta a Memos Dimitri Deliolanes. Ospite anche Lorenzo Marsili: l’Europa ha bisogno di un nuovo patto e non di vecchie ricette neoliberiste
crouch/urbinati
Europa, partiti, destre: le incognite dell’era Macron
A Memos il sociologo inglese Colin Crouch e la politologa Nadia Urbinati. L’Europa dopo l’elezione di Macron, la crisi dei partiti tradizionali, le sfide per la sinistra e l’insidia della destra xenofoba
i sostenitori di macron
“Dalla Francia un bel messaggio al mondo”
Sono venuti in tanti domenica sera davanti alla piramide del Louvre per festeggiare la vittoria di Emmanuel Macron. Ecco alcune delle voci che abbiamo raccolto
prosperi/dormagen/pianta
Macron salva Francia ed Europa dall’abisso lepenista
Memos ha ospitato lo storico Adriano Prosperi, il politologo Jean-Yves Dormagen e l’economista Mario Pianta per commentare le presidenziali francesi. Secondo Prosperi quella di Macron è stata la vittoria di un capo con il suo popolo. Un Macron minoritario, è invece la lettura di Dormagen. Per Pianta Macron è un presidente in linea con l’Europa dell’austerità
macron presidente
L’onore della République è salvo
Coloro che hanno votato Macron turandosi il naso hanno agito come il dottore di Orano della "Peste" di Camus. Hanno salvato l'onore della Repubblica
l'opinione
Da sinistra dico: viva Macron
Se fossi in Francia, il mio voto a Emmanuel Macron sarebbe assicurato, e non turandomi il naso, bensì convintamente nella situazione data
francia, ballottaggio
La vandea lepenista e l’incertezza Macron
La vandea lepenista che non sfonda e l’incertezza sul profilo del nuovo leader Macron. In attesa del ballottaggio Macron-Le Pen, il primo turno delle presidenziali francesi ha decretato “la cacciata dei partiti di governo”, dice il politologo francese Yves Meny. A Memos anche Maurizio Viroli, politologo
PRESIDENZIALI
Francia, sarà ballottaggio Macron-Le Pen
Ballottaggio fra due settimane tra Macron (23,9%) e Le Pen (21,7%). Terzo posto per il conservatore Fillon (19,9%). Quarto Mélenchon (19,5%). Il socialista Hamon fermo poco sopra il 6%. Per la prima volto fuori dal secondo turno entrambi i partiti tradizionali, Repubblicani e Socialisti. Fillon e Hamon chiedono di votare per Macron al ballottaggio. Non così Mélenchon
primo turno
Francia, cronaca di un’elezione infinita
Ormai ci siamo, e tutto è ancora possibile. Il rischio di un voto di protesta esiste, anche se l’ultimo attentato potrebbe favorire più Fillon che Marine Le Pen, che negli ultimi tempi ha coccolato lo zoccolo duro dei suoi elettori mettendo da parte la moderazione. Loro del resto affermano tra il rassegnato e l’indifferente che “chiunque si presenti contro Marine sarà presidente”. E la vera sorpresa finale sarebbe non veder passare il primo turno proprio lei
Ucciso un poliziotto
Attacco al cuore di Parigi a tre giorni dal voto
Quello che molti temevano, nel pieno della campagna elettorale per le Presideziali, è successo: sugli Champs Elysées, luogo simbolo della capitale francese, c'è stato un attacco terroristico contro dei poliziotti. Un agente è morto, così come il suo assalitore. Isis ha rivendicato
presidenziali francesi
Tra gli indecisi di Amiens, la città di Macron
Nel capoluogo della Piccardia il candidato centrista Macron ci è nato e cresciuto ma durante la campagna elettorale non si è fatto vedere. Gli elettori, circondati da fabbriche in crisi e delocalizzate, sono per lo più rassegnati e disorientati
presidenziali francesi
Un voto doppio, per la Francia e l’Europa
Domenica prossima il primo turno delle presidenziali francesi. Un voto per la Francia e per l’Europa. Marine Le Pen è un pericolo per entrambe. Tra i principali candidati, ciascuno ha giocato a modo suo la carta dell’anti-sistema. Ospiti a Memos Yves Meny e Marco Revelli
 
 
1
2
3
>
>>