Musiche dal mondo
Marcello Lorrai
27 gennaio 2017
Musiche dal mondo di ven 27/01

Musiche dal mondo di ven 27/01

Email
Conduttori

Marcello Lorrai

In onda

ogni lunedì dalle 14.30 alle 15.00

Email
Conduttori

Marcello Lorrai

In onda

ogni lunedì dalle 14.30 alle 15.00

GLI ULTIMI PODCAST
04 dicembre 2017
 
Musiche dal mondo di lun 04/12

Musiche dal mondo di lun 04/12

27 novembre 2017
 
Dona Onete: Banzeiro

Dona Onete è certamente uno dei personaggi della world music di questo 2017. In luglio la rivista di riferimento in questo campo, il mensile Songlines, le ha dedicato la copertina, e nel corso dell’estate la cantante brasiliana ha partecipato ad importanti festival in Europa: un bel risultato per una signora di settantotto anni che a livello internazionale era prima di quest’anno una illustre sconosciuta. il suo album Banzeiro (Mais um discos) prende il titolo dalla parola con cui viene chiamato il movimento ondoso creato dal passaggio delle barche a motore sul Rio delle Amazzoni, o per lo meno la parola che si usa dalle parti dove Dona Onete vive, nella regione del Parà.

20 novembre 2017
 
Pop Makossa

Etichetta specializzata nello scandagliare il modernariato della musica africana, la tedesca Analog Africa richiama l’attenzione su un genere non abbastanza ricordato, il makossa camerunese, con una compilation, Pop Makossa. The Invasive Dance Beat of Camerun 1976-1984, che raccoglie brani rintracciati e selezionati attraverso una laboriosa ricerca direttamente in Camerun. Il makossa, che dagli anni cinquanta ad oggi ha avuto un’evoluzione molto complessa, con una grande ricchezza di sottogeneri, ha conosciuto il suo grande momento negli anni ottanta, tanto in Africa, con una forte esposizione sulle radio del continente, quanto in Europa, come uno degli ingredienti più amati della programmazione delle discoteche black parigine.

13 novembre 2017
 
Criolo: Espiral de ilusao

Per Monica Paes – ospite della trasmissione – Criolo è un “poeta politico”. Tra le figure di punta della musica brasiliana di oggi, Criolo è emerso come protagonista dell’hip hop, ma è un artista che ha già dato prova di grande versatilità, e consacra il suo nuovo album, Espiral de ilusao (Sterns Brasil), alla musica brasiliana per eccellenza, il samba: con grande tatto, e senza rinunciare ai riferimenti al sociale, alla vita delle favelas, e anche ai politici, come il prefetto di Sao Paulo e il presidente della repubblica Temer, ai quali lancia un giudizio lapidario: “dei bambini viziati non possono guidare una nazione”.

06 novembre 2017
 
Carmen Souza: Creology

Di origine capoverdiana, nata nell’81, Carmen Souza è però una cantante con uno stile e un repertoro diversi anche rispetto alle interpreti della nuova generazione capoverdiana che, come Lura o Mayra Andrade, hanno cercato di rinnovare repertorio e impostazione rispetto alla tradizione: l’approccio di Carmen Souza è infatti spiccatamente jazzistico, e, come mostra il suo ultimo album Creology (Galileo), Carmen Souza lo utilizza con molto appeal per una poetica che, all’insegna del meticcciato – da cui il titolo dell’album – mescola il jazz con suggestioni provenienti dalle musiche delle ex colonie portoghesi in Africa, dalla musica afrobrasiliana e da quella afrocubana.

30 ottobre 2017
 
Boubacar Traoré: Dounia Tabolo

Il cantante e chitarrista maliano Boubacar Traoré è uno dei non molti grandi vecchi della musica africana moderna ancora in attività. Negli anni sessanta fece epoca nel suo paese come interprete nelle sue canzoni, rese popolari da Radio Mali, dell’euforie e dell’orgoglio dell’era dell’indipendenza, e inneggiò con il suo hit Mali Twist alla costruzione del futuro del paese. Caduto in disgrazia dopo il colpo di stato del ’68 contro Modibo Keita, è stato riscoperto negli anni ottanta. Da alcuni anni Boubacar Traoré si è avvalso della collaborazione dell’armonicista francese Vincent Boucher, che ha reso più esplicita l’affinità della musica di Traoré con atmosfere blues: affinità che in questo nuovo album, Dounia Tabolo (Lusafrica), registrato in Louisiana, è ulteriormente incrementata e vivacizzata dall’inserimento di alcuni musicisti americani.

23 ottobre 2017
 
Elida Almeida: Kebrada

La Lusafrica del produttore José da Silva (che è stato l’artefice delle fortune della compianta Cesaria Evora) ha appena pubblicato Kebrada, secondo album d Elida Almeida, giovane cantante su cui l’etichetta sta puntando molto in questi ultimi anni: un album in equilibrio fra l’immagine di autenticità e legame con la tradizione che la musica capoverdiana ha affermato a livello internazionale, e un gusto garbatamente aggiornato e internazionale.

16 ottobre 2017
 
Red Baraat: Bhangra Pirates

Negli anni ottanta i giovani della seconda generazione dell’immigrazione indopakistana a Londra hanno cominciato a reinterpretare il bhangra, una vivace musica tradizionale del Punjab, con sintetizzatori, sampler e batterie elettroniche e con elementi rock, disco, house, hip hop e reggae. Data la sua vocazione all’amalgama, niente di pù coerente che il bhangra trovi linfa in un calderone culturale e musicale come New York, e che a suonare bhangra siano non solo musicisti di origine indopakistana. E’ il caso di Red Baraat, gruppo nato a Brooklyn nel 2008: Bhangra Pirates è il loro nuovo disco, in cui i pirati del bhangra navigano liberi fra musica di matrice indopakstana, jazz, rock e brass-funk.

09 ottobre 2017
 
Sofia Rei: El Gavilàn

Il 4 ottobre ricorrevano i cento anni dalla nascita (e il 5 febbraio scorso anche il cinquantesimo anniversario della morte) di Violeta Parra, che con la sua riscoperta dell’identità musicale cilena e la creazione di numerose canzoni originali di grande valore, è stata non soltanto una protagonista di straordinaria levatura della canzone latinoamericana, ma anche una delle figure fondamentali che con la loro opera sono state alla base della nascita, verso la metà degli anni sessanta, del filone della “nueva cancion”. La cantante argentina, e newyorkese di adozione, Sofia Rei le rende omaggio con l’album El Gavilàn, in cui, affancata dal chitarrista di culto Marc Ribot, reinterpreta la Parra con grande rispetto ma anche con una sensibilità contemporanea e avantgarde.

02 ottobre 2017
 
Toko Telo: Toy Raha Toy

Toko Telo, ovvero “gruppo di tre”, è il nome scelto per un sodalizio che riunisce tre figure di primo piano della musica del Madagascar: il chitarrsta D’Gary, il fisarmonicista Régis Gizavo, e la cantante – una star nel suo paese – Monika Njava. Nel loro album Toy Raha Toy, decisamente pregevole, fra canzoni che descrivono stuazioni di villaggio e di vita quotidiana, una ricorda anche la sorte dei Mikea, una popolazione delle foreste del Madagascar sud-occidentale che la progressiva distruzione dell’ambiente sta portando all’estinzione. La puntata è completata da altri due brani che si occupano del problema della deforestazione in Madagascar: di un altro degli artisti malgasci più noti, Rossy, e della cantante Hanitra.

25 settembre 2017
 
Sweet as broken dates. Lost Somali tapes from the horn of Africa

Una compilation della newyorkese Ostinato Records riporta alla luce gemme della musica somala degli anni settanta e ottanta: è un tassello che finora mancava al mosaico della modernizzazione della musica africana, che le etichette di world music stanno rendendo via via più completo e preciso, ma anche una struggente testimonianza di un paese ben diverso dalla tormentata Somalia degli ultimi decenni.

18 settembre 2017
 
Meklit, When The People Move The Music Moves Too

Nata in Etiopia, e a due anni arrivata negli Usa, dove i suoi sono stati accolti come rifugiati, Meklit Hadero, in arte semplicemente Meklit, è una talentuosa cantante con una carriera ricca di interessanti esperienze pop e world. Il suo nuovo album When The People Move The Music Moves Too, da poco pubblicato dalla Six Degrees, è una produzione elaborata e vivace, che mescola brillantemente musica del Corno d’Africa, jazz e canzone, e che spicca per originalità nel panorama ormai amplissimo a livello internazionale di proposte in debito con la musica etiopica moderna. A cura di Marcello Lorrai

 
 
1
2
3
>
>>
podcast
Clicca sull’icona per sottoscrivere il servizio podcast Musiche dal mondo