Europa
y.meny/c.bianchi
L’Europa, Maastricht e i nazionalismi/3
Terza puntata di Memos dedicata all’Europa a 25 anni da Maastricht. Come salvarla da austerità e nazionalismi? Ospiti: il politologo Yves Meny e l’economista Carluccio Bianchi
s.biasco/a.prosperi
L’Europa, Maastricht e i nazionalismi/2
Seconda puntata di Memos dedicata all’Europa a 25 anni da Maastricht. Come salvarla da austerità e nazionalismi? Ospiti l’economista Salvatore Biasco e lo storico Adriano Prosperi
p.dastoli/a.somma
L’Europa, Maastricht e i nazionalismi/1
Il 7 febbraio del 1992 la firma del Trattato di Maastricht. Un quarto di secolo dopo l’Europa sta pagando il costo di politiche fatte in nome di quel trattato. Memos ne parlato con Pier Virgilio Dastoli e Alessandro Somma
EUROPARLAMENTO
Ma a chi importa di Strasburgo?
L'elezione del nuovo presidente dell'Europarlamento non è un argomento che interessa molti cittadini europei. Eppure ci sarebbe una partita importante da giocare. Nel campo progressista
EUROPA
Bruxelles 2017, l’anno della verità
Tre elezioni cruciali, un'Unione divisa e impaurita. Alle urne Olanda, Francia e Germania, con la prevista ascesa dei partiti anti europei
"troppe differenze"
Il no dei liberali europei ai 5 Stelle
Non è durato il matrimonio tra grillini e liberali europei. Per la verità non è stato neanche consumato. La maggioranza del gruppo Alde ha giudicato l'accordo vergognoso, una mossa di opportunismo politico da entrambe le parti
SVOLTA DI GRILLO
Alleanza con i Liberali? 5 Stelle in subbuglio
Avviata a sorpresa una consultazione on line per cambiare alleato all'Europarlamento. Dall'euroscettico Ukip all'ultra-europeista Partito liberale. Malumori tra deputati e militanti. Grillo: cambiamo per contare di più
ucciso a sesto
Anis Amri, le ultime ore dell’attentatore di Berlino
Anis Amri, l’attentatore di Berlino ucciso dalla polizia a Sesto San Giovanni, alle porte di Milano, compare in un video diffuso dall’Isis tramite la sua agenzia Amaq. L’uomo nelle immagini, registrate con un cellulare a Berlino probabilmente dopo l’attentato, giura fedeltà allo Stato islamico e dice di desiderare vendetta per i raid aerei che uccidono […]
attacco a berlino
La polizia cerca un cittadino tunisino
La polizia cerca in tutta Europa il presunto attentatore di Berlino. Indiscrezioni dicono che si tratta di un cittadino tunisino, che sarebbe stato identificato tramite dei documenti trovati nell'abitacolo del camion usato per l'attacco
dopo il voto
L’Austria resta un Paese spaccato in due
La Fpoe ha perso certo l'importante battaglia della presidenza, ma resta il partito in testa ai sondaggi. E guarda avanti
Austria
Fermata l’estrema destra
Alexander Van der Bellen è il nuovo presidente austriaco. Netta la sua vittoria. Ecologista, europeista, ha sconfitto il candidato della destra populista e xenofoba
Austria al voto
L’estrema destra punta alla presidenza
Dopo l'annullamento del voto dello scorso maggio, il paese torna al voto per la presidenza. Dopo una lunga e aspra campagna elettorale, in cui il tema dell'immigrazione è stato centrale
il candidato all'eliseo
Fillon, il conservatore ultraliberista
Il vincitore delle primarie del centrodestra francese non è un uomo nuovo: è un politico di professione, sobrio, cattolico, fin quasi reazionario
le primarie della destra
Francia, Fillon si prenota per l’Eliseo
L'ex Primo Ministro Francois Fillon ha vinto le primarie del centrodestra in Francia: sarà lui il candidato per la Presidenza della République
Unione europea
A.A.A. Leader anti populismo cercasi
Oggi sembra essere questo il principale requisito di chi si candida a governare: fare da argine alle destre estreme e anti europee. Al punto di sorvolare sui gravi errori di questi anni. Come l'austerity
vincenzo visco
“La manovra sarà promossa se l’Ue cambia politica”
La Commissione europea ha diffuso le sue valutazioni sulle leggi di bilancio degli Stati dell'Unione. L'Italia e altri cinque sono sotto osservazione perché le loro manovre potrebbero non rispettare le regole di Bruxelles. Il verdetto finale è atteso per gennaio, dopo il referendum costituzionale. "E l'Europa dovrà decidere che direzione prendere", dice l'ex ministro delle Finanze Vincenzo Visco
SCOZIA
Un secondo referendum per l’indipendenza
Sono passati solo due anni dal referendum del 2014. Ma la Brexit rischia di accelerare il distacco tra Londra ed Edinburgo. Intervista allo storico scozzese Tom Devine
vertice tra premier
Brexit, Scozia e Nord Irlanda non ci stanno
Il vertice tra i primi ministri del Regno Unito a Londra ha ribadito le intenzioni degli Stati membri: le autonomie locali vanno rispettate, e in Scozia l'ipotesi di un secondo referendum è più che mai concreta. Theresa May rischia quindi di dover giocare quasi una doppia partita – esterna con l’Ue e interna con le nazioni del Regno

 

 

 
 
1
2
3
>
>>