Europa
Anniversario
Europa unita, progetto incompiuto
Sessant'anni di pace. Di successi e fallimenti. Di passi avanti e bruschi stop. Dal progetto idealistico, e mai realizzato, di Altiero Spinelli fino alla crisi di questi anni. L'Europa celebra se stessa. Ma sarà anche un'occasione di rilancio?
nuovo terrorismo
Londra, le domande senza risposta
Il giorno dopo l'attentato davanti al parlamento britannico le domande sulle nuove strategie del terrorismo d'ispirazione islamista, se di questo si tratta, rimangono ancora senza risposta
a.baranes/f.masini
Europa, il sogno infranto 60 anni dopo Roma
Sabato prossimo le celebrazioni per i 60 anni della firma dei Trattati europei a Roma. Ci saranno i leader dei 27 dell’Ue. Ma con Hollande al suo ultimo giro, Merkel che non sa se sarà rieletta e Gentiloni “leader ombra”. A Memos oggi Andrea Baranes (Fondazione Banca Etica) e Fabio Masini (Movimento Europeo)
terrorismo a londra
Attacco a Westminster, Theresa May:”Non ci arrendiamo”
La polizia di Londra ha confermato che quattro persone sono morte, incluso un poliziotto e l’attentatore, e altre venti sono rimaste ferite. Sempre secondo la polizia, l'attentatore avrebbe agito da solo
bruxelles un anno dopo
“Molenbeek guarisce grazie alle donne”
A un anno dagli attentati a Bruxelles parla Annalisa Gadaleta, responsabile cultura del grande quartiere periferico dove hanno abitato molti dei terroristi
irlanda del nord
Martin McGuinness, dalla lotta armata alla pace
Martin McGuinness, tra ombre e luci, ha segnato profondamente la storia dell'Irlanda del Nord. Ventenne, si unì all'IRA fino a diventare uno dei capi dei paramilitari repubblicani. Poi la scelta di lasciare le armi per passare alla politica e ai negoziati che portarono alla firma degli Accordi di pace. Infine la condivisione del potere con gli ex nemici unionisti
dopo il voto olandese
L’Europa può ancora salvarsi
Con le elezioni olandesi gli europeisti tirano un sospiro di sollievo, ma la crisi dell'Ue resta. Forse sono ancora in tempo a riformare l'Ue
ELEZIONI OLANDA
Vincono i liberali. Wilders guadagna seggi ma non sfonda
Il partito del primo ministro Mark Rutte è ancora la prima forza politica e ora dovrà cercare di formare un nuovo governo di coalizione. I populisti di Wilders sono secondi. Per l'Europa un sospiro di sollievo
francia
Fillon indagato per appropriazione indebita
Si aggrava la posizione del candidato del centrodestra all'Eliseo. Fillon per ora non si ritira, ma la sua immagine pubblica rimarrà macchiata
kader abdolah
“In Olanda il processo di integrazione trionferà”
Abbiamo intervistato il grande scrittore olandese di origini iraniane Kader Abdolah, alla vigilia delle elezioni politiche nei Paesi Bassi
elezioni in olanda
Jesse Klaver: giovane, progressista, carismatico
Con ogni probabilità non vincerà queste elezioni. Ma la politica olandese ha un nuovo protagonista. Si chiama Jesse Klaver, ha trent'anni, è il leader di Groenlinks, il partito dei Verdi. Che, con lui, potrebbe addirittura quadruplicare i suoi consensi. Klaver è tutto ciò che Wilders non è
n.urbinati/m.villone
Europa, populismi in cerca d’autore
Chi sono i populisti? Cosa vogliono? “Sono innanzitutto un fenomeno interno alla democrazia”, racconta la politologa Nadia Urbinati. Per il costituzionalista Massimo Villone “il populismo, comunque lo si realizzi, allontana dall’archetipo democratico”. Urbinati e Villone sono stati ospiti oggi a Memos
ue-turchia, un anno dopo
Un accordo sulla pelle dei migranti
È un giudizio severo, senza appello, quello di Amnesty International che ha fatto un bilancio a quasi un anno dalla ratifica dell'accordo Ue-Turchia
il candidato socialista
La ricetta di Hamon contro Le Pen
Benoit Hamon, il candidato socialista alle presidenziali, propone una Francia innovativa, inclusiva, che punta sul reddito di cittadinanza e sull'uguaglianza
y.meny/c.bianchi
L’Europa, Maastricht e i nazionalismi/3
Terza puntata di Memos dedicata all’Europa a 25 anni da Maastricht. Come salvarla da austerità e nazionalismi? Ospiti: il politologo Yves Meny e l’economista Carluccio Bianchi
s.biasco/a.prosperi
L’Europa, Maastricht e i nazionalismi/2
Seconda puntata di Memos dedicata all’Europa a 25 anni da Maastricht. Come salvarla da austerità e nazionalismi? Ospiti l’economista Salvatore Biasco e lo storico Adriano Prosperi
p.dastoli/a.somma
L’Europa, Maastricht e i nazionalismi/1
Il 7 febbraio del 1992 la firma del Trattato di Maastricht. Un quarto di secolo dopo l’Europa sta pagando il costo di politiche fatte in nome di quel trattato. Memos ne parlato con Pier Virgilio Dastoli e Alessandro Somma
EUROPARLAMENTO
Ma a chi importa di Strasburgo?
L'elezione del nuovo presidente dell'Europarlamento non è un argomento che interessa molti cittadini europei. Eppure ci sarebbe una partita importante da giocare. Nel campo progressista
EUROPA
Bruxelles 2017, l’anno della verità
Tre elezioni cruciali, un'Unione divisa e impaurita. Alle urne Olanda, Francia e Germania, con la prevista ascesa dei partiti anti europei
"troppe differenze"
Il no dei liberali europei ai 5 Stelle
Non è durato il matrimonio tra grillini e liberali europei. Per la verità non è stato neanche consumato. La maggioranza del gruppo Alde ha giudicato l'accordo vergognoso, una mossa di opportunismo politico da entrambe le parti

 

 

 
 
1
2
3
>
>>