15, 16 e 17 giugno

All you need is pop 2018. La nostra festa!

mercoledì 13 giugno 2018 ore 14:00

Radio Popolare torna con la sua grande festa annuale, nel bellissimo parco dell’ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini per tre giorni di eventi e incontri con ospiti nazionali e internazionali.

Un grande Palco per i concerti, il Teatro La Cucina, la Pedana degli Orti, la Libreria Ostello e il Barlume per arte, spettacoli e cultura. Molti gli spazi allestiti nel verde, il meglio dello streetfood e le nostre birre artigianali.

Un weekend per stare insieme, incontrare la comunità di Radio Popolare presente e futura. E magari abbonarsi.

Dalle 17.00 di venerdì 15 alla tarda sera di domenica 17 giugno nel parco dell’Ex OP Paolo Pini via Ippocrate 45, Milano dove da più di vent’anni si svolge “Da vicino nessuno è normale”, festival organizzato da Olinda di cui siamo partner e ospiti.

Informazioni sui biglietti di ingresso  e su come raggiungere con i mezzi la festa.

Ringraziamo per la loro collaborazione

CGIL Novamont Erbolario

 

Ultimo giorno!

 

Domenica 17 giugno

Campo di calcio
11.00 Un’invasione colorata! Laboratorio di danza e colore per bambini a partire dai 2 anni. Trillino Selvaggio organizza un appuntamento rivolto ai bambini e ai loro accompagnatori, all’insegna delle danza e del colore, per allenare la curiosità, il desiderio e la gioia di scoprire e divertirsi insieme. Coordina Daniela Bastianoni.

Bar Lume
11.00 “Dal canto africano a Duke Ellington”.
Viaggio per musica e voci con il Coro dei Civici Corsi di Jazz, diretto da Giorgio Ubaldi. Il concerto è adatto a tutti, dai più piccoli ai più maturi!

Pedana Orti
12.00 “Montagne minori. Spazi di libertà e movimento”. Con Barbara Zanzi, presidente del Comitato Walser di Macugnaga, Paolo Cognetti, scrittore autore del libro “Le otto montagne“ vincitore del Premio Strega 2017, e Alberto Di Monte di APE Milano (Associazione Proletari Escursionisti). Incontro a cura dell’associazione “Gli urogalli”, condotto da Elena Mordiglia. Le montagne minori sono quelle lontane dal turismo di massa e che resistono alla logica del mero sfruttamento del territorio che le vorrebbe “il parco giochi d’Europa”. Sono un laboratorio vivo di esperienze di resistenza e autonomia, un luogo di passaggio di comunità migranti, uno spazio di confronto tra vecchi e nuovi montanari.

Teatro La Cucina
12.00 “Il Demone del party”.
Tutti insieme per la prima volta gli opinionisti del Demone del Tardi, per un quiz giocato sui temi dell’attualità politica. Con Daniela Preziosi de il manifesto, Alessandro Gilioli de l‘Espresso, Massimo Rebotti del Corriere della Sera, Mario Portanova de Il Fatto Quotidiano, Marta Bonafoni, ex direttrice di Radio Popolare Roma e oggi consigliera regionale in Lazio e Giacomo Papi, scrittore, autore, giornalista. Il tutto con la regia di Gianmarco Bachi,  Luigi Ambrosio e Lorenza Ghidini.

Studio diretta Radio Popolare
12.00  Improvvisazione di musica e parole con Elianto, cantautore e comico di Zelig. Conduce Barbara Sorrentini.

Esterno del Ristorante Jodok
 12.00 Appuntamento viaggiatori di Radio Popolare o per aspiranti tali davanti al Ristorante Jodok. Mangeremo qualche cosa insieme e parleremo delle nuove mete.

Campo di calcio.
12.15 Dimostrazione  cinofila con la collaborazione del pubblico. L’Associazione Amici Volontari Soccorso-Oslj è un’associazione di Protezione Civile che prepara i cani da soccorso su macerie, in ambienti boschivi , in città e anche per la ricerca di tracce umane.  La solidarietà, il volontariato e il rispetto del mondo animale sono i loro principi. Vi invitiamo a provare l’emozione di essere ritrovati dai loro cani, dopo esservi persi nel parco o dopo esservi nascosti sotto una simulazione di macerie. Vedrete così una dimostrazione del loro importante e indispensabile lavoro. Coordinato dalla Presidente Daniela Tognetti e condotto da Cecilia Di Lieto. L’appuntamento è per tutti.

 Pedana Orti
13.00 I campi di concentramento italiani in Libia. Una storia rimossa.
La storia dell’avventura coloniale italiana in Libia, tra il 1911 e il 1931, fu accompagnata da una serie di orrori. Una pagina oscura del nostro passato che vide deportazioni, bombardamenti, campi di concentramento e l’uso di gas proibiti dalle convenzioni internazionali. Eric Salerno, giornalista e scrittore, pubblicò nel 1979 un libro su questi orrori, ristampato dalla Manifesto Libri nel 2005. Una libro pieno di testimonianze dirette di quella che fu la politica coloniale e razzista prima dell’Italia Liberale e poi di quella fascista. Conduce Michele Migone.

Teatro La Cucina
13.30 “Io non ho paura del lupo” incontro con Daniele Ecotti, uno dei fondatori dell’omonima Associazione dedicata alla conservazione della specie.
In Appennino Ovest Parmense, nel territorio dell’alta val Taro, non è in corso da parte di altri enti o istituzioni nessun progetto di monitoraggio dedicato al lupo e non sono disponibili dati aggiornati sulla sua presenza, necessari per contribuire efficacemente alla tutela della specie al fine di favorire la convivenza con le attività umane. Questa associazione di volontari, giorno per giorno segue con l’osservazione e le fototrappole la vita di queste splendide creature. Conosceremo le storie dei lupi Sottiletta, Codino, Zena, Recco e di tanti altri abitatori della zona con filmati e fotografie. Capiremo la complessità della coabitazione con gli umani e i modi per cercare di superare le difficoltà. Proiezione di filmati da fototrappole e interviste. Modera Cecilia Di Lieto.

Bar Lume
13.30 “Quelli che… Enzo Jannacci e il jazz manouche”. Francesco Tragni e Marco Carini di “Bollicine” & la Woody Gipsy Band.
Jannacci è per sempre, e non smettiamo mai di ricordarlo: il suo canzoniere è ancora fonte di ispirazione per la musica di oggi, creando anche originali esperimenti di meticciato e ibridazione. È il caso della Woody Gipsy Band, quintetto jazz manouche (la musica degli zingari degli anni Trenta), che ha inciso un EP dal titolo esplicativo: “L’effetto che fa (omaggio a Enzo Jannacci)”. Durante l’evento, musica dal vivo e introvabili reperti audio in compagnia della redazione di Bollicine, tutto all’insegna degli anti eroi raccontati nella musica del “Dottor Jannacci”.

Pedana Orti
14.00 “Lo sposo africano”. Il libro della scrittrice Elisabetta Jankovic presentato e raccontato da Vito War e Modou Gueye. Un romanzo che narra l’incontro pieno di imprevisti, emozioni e colpi di scena tra un’italiana e un senegalese. Una lettura  divertita ma non superficiale per chi crede che la migrazione sia, anche tra le difficoltà, un arricchirsi reciproco.

Teatro La Cucina
15.00 “Via Padova e dintorni, identità e storia di una periferia milanese”. Presentazione del libro di fotografia con gli autori: Gli amici del Parco Trotter e Uliano Lucas, fotografo. Incontro curato da Tiziana Ricci.

Pedana Orti
15.00 Metalli al potere nella nuova green economy mondiale. Lo scandalo geologico del Congo e il saccheggio delle multinazionali.
Un paese instabile e povero come il Congo è la maggiore riserva mondiale di terre rare, metalli e leghe che sono le nuove materie prime strategiche utili per avviare una economia che sostituisca l’utilizzo dei fossili come carbone e petrolio. Il Congo rivive un epoca del suo passato quando la sua foresta pluviale fornì a tutto il mondo il caucciù, precursore della plastica e poi metalli preziosi come oro, diamanti, rame, uranio. Ne parliamo con Jean Leonard Touadi, scrittore e giornalista di origine congolese e Raffaele Masto della redazione esteri di Radio Popolare. Coordina Marta Gatti.

 Bar Lume
15.30 Le ferite della democrazia: linguaggio d’odio e fake news.
Partecipano all’incontro: Laura Boldrini, deputata LEU ex Presidente della Camera dei Deputati, Alessandro Galimberti Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia, Ferenk Vicsek  giornalista radiotelevisivo (Civil Radio Budapest), Anna Del Freo, membro del Consiglio Direttivo della Federazione Europea dei Giornalisti (Efj), Danilo De Biasio, Direttore del Festival dei Diritti Umani e Marco Di Puma, Coordinatore per l’Italia del progetto Respect Words. Modera Chiara Ronzani.
Si può discutere su quanto condizionino la nostra vita, non certo sul fatto che le fake news siano oramai una costante della comunicazione. A volte in maniera subdola, a volte addirittura rivendicate, le informazioni parzialmente o totalmente false creano un torbido mix di indignazione, stereotipi, impostura che a sua volta genera odio e risentimento. È un fenomeno globale, che crea continue ferite alla democrazia. Affrontarlo è questione urgente, che richiede la consapevolezza dei giornalisti, dei grandi player digitali, della politica. Perché gli istigatori dell’hate speech hanno solo da guadagnarci a norme che, sbagliando tiro, limitano la libertà d’espressione. Radio Popolare, oltre alla quotidiana attenzione che riserva al linguaggio delle sue trasmissioni, ha partecipato insieme ad altre 7 radio europee al progetto “Respect Words”  finanziato dalla Commissione Europea per dare indicazioni pratiche a giornalisti, blogger e utenti.

Libreria Ostello
16.00 Via di qua, lettura contro il razzismo. Un ligio poliziotto al parco porta via un bambino senza documenti. Ma anche un gatto verde, un uccellino impertinente, il sole che viene dall’est più lontano. Ma un altro bambino ha visto tutto e si ribella. Dopo la lettura inventiamo e disegniamo la Dichiarazione Universale dei diritti dei Bambini e delle Bambine Diversi ma Uguali. Letture e laboratori, consigliati dai 3 agli 8 anni, in collaborazione con Oasi del Piccolo lettore.

Teatro La Cucina
16.00 “Di terra e di mare. Donne e uomini nella migrazione”.
Spettacolo con reading teatrale e musica dal vivo. Il progetto “Di terra e di mare” è il risultato di un lavoro durato tre anni. Interviste fatte a donne, uomini, ragazzi e ragazze migranti che abitano o abitavano nella città di Milano poi trasformate in racconti da Marzia Alati, illustrate da Cristina Pareschi e musicate da Alberto Carozzi. Introdotto da Daniela Bastianoni.

Pedana Orti
16.00 “Riscatto – Una storia vera d’amore e fabbrica”.
La vita di Dino Saglietto, l’operaio che riuscì a salvare la propria fabbrica. Un’avventura operaia di coraggio e speranza; ma anche una tragedia che accende i riflettori sul tema delle morti in fabbrica, narrata dal romanzo-inchiesta di Alessandro Principe.
Oltre all’autore del libro “Riscatto”, all’incontro parteciperà Ornella Catalano, moglie di Dino Saglietto e presidente della Cooperativa Italiana Pavimenti e Massimo Bonini, Segretario della Camera del Lavoro di Milano. L’attrice Elisabetta Vergani leggerà dei brani del libro. Conduce l’incontro Andrea Monti.

Bar Lume
16.30 Concerto di Sandro Joyeux.
Musicista vagabondo, artista che con il suo lavoro getta un ponte tra la canzone francese e i ritmi del mondo, mescolando musica di viaggi, di danza e di condivisione. Negli scorsi mesi, con il supporto dell’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR), è stato protagonista del #WithRefugees Tour, una serie di concerti dove ha restituito la musica delle proprie origini a chi è stato costretto a fuggire dal proprio paese a causa di guerre, violenze e persecuzioni.

Libreria Ostello
17.00 La principessa salvata dai libri. Una moderna Rapunzel attende alla finestra, pettinando i suoi bei capelli. Malinconica, non sa cosa fare di sé, nessuno riesce a distoglierla dalla sua immobilità, neppure il principe. Ma un giorno arriverà una lettera di assunzione dalla biblioteca di zona… perché al di là della sua bellezza e dei suoi lunghi capelli, quello che veramente le piace sono i libri belli. Dopo la lettura, laboratorio di autoproduzione di libri. Letture e laboratori, consigliati dai 3 agli 8 anni, in collaborazione con Oasi del Piccolo lettore.

Pedana Orti
17.00 “Il pastore di stambecchi”. Presentazione del libro di Irene Borgna e Louis Oreiller. Louis Oreiller è un montanaro della Val di Rhêmes, valle laterale della Val d’Aosta, dove ha lavorato tutta la vita come guardaparco e guardacaccia. Nel libro racconta un mondo ormai perduto, travolto da una modernità senza pazienza, da un fiume di gente che torna ma non resta. Eppure, nei suoi occhi, nelle sue mani nodose e forti, tutto ha ancora memoria e lui ha memoria di tutto. Le sue parole, consegnate a Irene Borgna, antropologa e scrittrice, conducono lontano, fuori traccia, tra valichi nascosti. Con lei dialoga Elena Mordiglia.

Bar Lume
17.30 Stati Uniti, affinità e divergenze tra la destra americana di Trump e le nuove destre europee.
Alla vigilia del midterm gli Usa sono polarizzati più che mai, tra il nuovo KKK, i movimenti metoo e never again, si raccontano due diverse Americhe, mentre in Europa avanzano nuove tinte di populismo. Parleremo di questi due fenomeni con la giornalista Liliana Faccioli Pintozzi di Sky Tg24, per 7 anni inviata negli Stati Uniti, ed ora da un anno a Londra per raccontare la brexit e guardare all’Europa, e con l’avvocato ed hacker newyorchese Alexander J. Urbelis, esperto di privacy, sicurezza, diritti civili digitali e divulgatore dei Panama Papers attraverso la trasmissione radiofonica Off The Hook, in onda settimanalmente sull’emittente radiofonica di New York, WBAI. Coordina Marina Catucci.

Teatro La Cucina
18.00 Cittadini energetici: sfide e opportunità per un nuovo modello di produzione e consumo. Dibattito con Emanuele Regalini AIAT, Associazione degli ingegneri per l’ambiente e il territorio, Cecilia Hugony, amministratrice delegata Teicos Group e Davide Zanoni, Presidente di ènostra. La bolletta dell’elettricità e la fine del servizio di maggior tutela, gli interventi di riqualificazione energetica e gli incentivi statali, la produzione collettiva dell’energia che utilizziamo: questi alcuni dei temi che affronteremo con i nostri ospiti coordinati da Filippo Bettati, Sara Capuzzo  e Gianluca Ruggieri, conduttori della trasmissione C’è luce.

Libreria Ostello
18,00 Maurizio Principato presenta “Storia della canzone italiana” di Roberto Caselli

Palco Principale
19.00 Canta che ti passa?! La colonna sonora del ’68. Ovvero: quel che si cantava cinquant’anni fa e non ce ne siamo del tutto dimenticati. 
Nel 1968, mentre a Parigi si erigevano le barricate, mentre nelle università si moltiplicavano le occupazioni, mentre i cortei solcavano le città, imperava senza nessun imbarazzo quella musica leggera e leggerissima che in Italia abbiamo saputo fare (bene), come nessun altro al mondo. Da “Luglio” a “Zum zum zum”, da “Rose rosse” a “Ho scritto t’amo sulla sabbia”, decine i motivi che, volenti o nolenti, sono rimasti impressi nella memoria collettiva.  
Con una guida critica e spirituale, il giornalista Enzo Gentile, Gianpiero Kesten e una serie di musicisti, tra cui Ricky Gianco, Giorginess e Omar Pedrini, che si sono messi a disposizione per offrire le loro personalissime riletture, un viaggio attraverso quella materia prima da fischiettare e canticchiare ancora oggi, indelebile e invincibile, al di là degli slogan e delle opinioni.
E tu chiamale, se vuoi, emozioni…

Bar Lume
19.00 Sinistra e governo gialloverde: da dove si riparte? La nuova stagione politica con la storica sconfitta della sinistra nelle elezioni del 4 marzo, con lo shock che ne è seguito e con la nascita del governo Di Maio – Salvini sono i temi all’ordine del giorno dell’incontro. Partecipano Emanuele Fiano,Pd, Giovanni Paglia, Liberi e Uguali e il politologo Paolo Natale. Modera Massimo Bacchetta.

Teatro La Cucina
19.00  Incontro con Marco Pesatori. Il noto astrologo e scrittore incontra gli ascoltatori a partire dalla sua celebre trasmissione “Minima astrologica”, in onda ogni giovedì sulle frequenze di Radio Popolare. Conduce Ira Rubini.

Palco Principale
20.00 Sunday Blues Live. Davide Facchini, Luca Gattuso e, finalmente dal vivo, Marina Catucci.

 

***

Alla festa potrete visitare l’Area Insieme senza muri dove ci si potrà prenotare al pranzo che si terrà al Parco Sempione il 23 giugno.

Alla libreria della Festa, allestita nello spazio Ostello, trovate  i libri degli autori presenti nel programma.

Il servizio è curato da BookCatering che allestisce librerie temporanee per festival ed eventi; è un’impresa sociale che promuove la lettura portando i libri in tutti i luoghi della città e non solo. Festival ed eventi in centro o in periferia, BookCatering porta i libri giusti alle persone giuste, in posti insoliti.

***

Se volete rivedere il programma di ieri:

Venerdì 15 giugno

Bar Lume 17.00 “I Cagnacci”. Formazione di otto elementi ska, jazz e revival per fiati, chitarra, basso, tuba, sax, tromba, clarinetto e batteria, con un repertorio ballabile italiano e non anni ‘50 ‘60. Gruppo nato dall’idea di alcuni musicisti della Banda degli Ottoni. Presenta Barbara Sorrentini.

Pedana Orti 18.00 Il ‘68 spiegato a chi non c’era. Dibattito con Piero Scaramucci, Guido Viale, sociologo e saggista, che racconteranno quegli anni formidabili e dialogheranno con Eliana Di Caro, giornalista de Il Sole 24 Ore autrice del libro a più voci “Donne nel sessantotto”che ha raccontato il ruolo delle donne nel movimento. Coordina Gianpiero Kesten.

Libreria Ostello 18.00 Lo scrittore Giuseppe Catozzella dialoga con Barbara Sorrentini sul suo libro “E tu splendi” dedicato ai migranti, mescolando storie italiane con storie di stranieri. Catozzella è autore di romanzi con uno sguardo sulla realtà della criminalità organizzata a Milano e in Italia. Iniziativa che rientra nel programma di “Insieme senza muri”.

Teatro La Cucina 18.00 “Rap Italiano, gli ultimi dieci anni di un fenomeno globale”. Con Jack the Smoker, Maruego, Koki, Christian Moioli e Riccardo Primavera. Conduce Matteo Villaci. Una round table che comprende artisti, giornalisti e addetti ai lavori per provare a capire l’impressionante evoluzione di un genere musicale e di una cultura che negli ultimi dieci anni si sono imposti in maniera centrale nel nostro paese. Proveremo ad analizzarne insieme ai protagonisti l’immaginario, gli sviluppi tecnici e sociali, il rapporto con la scena americana e le altre scene mondiali e le peculiarità che rendono l’hip hop uno dei linguaggi più adatti a descrivere ormai più di un’intera generazione.

Bar Lume 18.30 Conversazione tra Lella Costa  e Adriano Sofri sul suo ultimo libro “Una variazione di Kafka”.

Pedana Orti 19.00Sanità in salute? Il libro bianco della sanità lombarda“. Presentano e commentano il libro Alessandro Braga, co-conduttore della trasmissione 37e2, Erica Fraceti e Camilla Casarini, coautrici del libro, Laura Mara, avvocata di parte civile di numerosi processi per le morti per amianto, che spiegherà l’ultima importantissima sentenza della Cassazione a riguardo e Paola Bocci, consigliera regionale Pd, presenterà la sua ricerca sull’applicazione della legge 194 nella nostra regione a 40 anni dalla sua approvazione..

Libreria Ostello 19.00 Presentazione del libro di Nando dalla Chiesa “Per fortuna faccio il prof”, una dichiarazione d’amore per l’Università, gli studenti, il mestiere di insegnare. Conduce Barbara Sorrentini.

Teatro La Cucina 19.30 Da Daphne Caruana Galizia alle periferie d’Europa: scorta mediatica e solidarietà senza confini per i cronisti minacciati. Incontro organizzato da Articolo21 Lombardia, Festival dei Diritti Umani e Libera Informazione. Proiezione del film documentario “DAPHNE. Esecuzione di una giornalista”, di Carlo Bonini e Giuliano Foschini. Il film, dedicato all’assassinio della giornalista maltese Daphne Caruana Galizia e alle sue inchieste, è prodotto da 42 Parallelo e GEDI/Divisione Digitale. Segue dibattito, coordinato da Chiara Ronzani, con Stefania Prandi , autrice del libro “Oro rosso”, inchiesta sulle condizioni di sfruttamento, molestie e tortura psicologica subita dalle braccianti del Mediterraneo e Luciano Scalettari, inviato di Famiglia Cristiana.

  Bar Lume 20.00 “Le organizzazioni mafiose al nord e la società civile”. Incontro con Alessandra Dolci, Procuratore Aggiunto e Coordinatore della Direzione Distrettuale Antimafia (DDA) di Milano, e Nando dalla Chiesa, docente di Sociologia della Criminalità Organizzata e direttore dell’Osservatorio sulla Criminalità Organizzata (CROSS) all’Università degli Studi di Milano. Coordina Lele Liguori. Alessandra Dolci è in magistratura dal 1986. E’ stata tra gli autori di una delle principali inchieste contro la ‘ndrangheta al nord, l’inchiesta Infinito. Nel luglio del 2010 vengono arrestate per reati di ‘ndrangheta, nella sola Lombardia, oltre 150 persone. Nel dicembre 2017 Alessandra Dolci è stata nominata a capo della DDA di Milano, al termine del mandato di Ilda Boccassini. Nando dalla Chiesa, sociologo, scrittore. E’ presidente onorario di Libera e presidente della Scuola di Formazione “Antonino Caponnetto”. E’ l’ideatore del primo corso universitario in Italia in Sociologia della Criminalità Organizzata, istituito dieci anni fa presso la facoltà di Scienze Politiche della Statale di Milano. Ha scritto numerosi libri sulla mafia. “Passaggio a Nord” (Edizioni Gruppo Abele, 2016) è il titolo di uno dei suoi ultimi saggi sulla colonizzazione del nord da parte delle organizzazioni mafiose, in particolare della ‘ndrangheta.

Palco Principale 20.00 Concerto di apertura con i Plaza Francia . Due terzi del Gotan ProjectChristoph H. Müller e Eduardo Makaroff, tornano con il loro progetto Plaza Francia, e dopo il grande successo del primo album, presenteranno in anteprima il nuovo disco “Plaza Francia Orchestra”, accompagnati da un gruppo che raccoglie alcuni dei migliori musicisti di Tango di Parigi. A interpretare con una voce potente e sensuale le canzoni del gruppo, l’argentina Maria Muliterno, da molti anni attiva sulla scena parigina. Un appuntamento di grandissimo spessore artistico, tutto da ballare, da non perdere per nessuna ragione! Trasformeremo il Paolo Pini in una milonga a cielo aperto!

Libreria Ostello 20.00 Presentazione di “Stand 4 what”, l’ultimo libro di U.net. Un viaggio nelle contraddizioni causate dalle politiche neoconservatrici statunitensi, una riflessione sui movimenti radicali delle periferie e della provincia americana. A partire da Black Lives Matter, un fronte dissidente formato da giovani e sostenuto da molti artisti riscopre nel Rap l’arma più potente. Il libro racconta questa nuova scena Hip Hop attraverso una raccolta di saggi e intervista agli esponenti più famosi della Black culture. Incontro a cura di BookCatering.

Libreria Ostello 21.00 “Milano Calibro Pop”. Una serata con Radiografia Nera e il Pelè, vera memoria storica della Ligera. Musica e storie di Malavita milanese attraverso i luoghi, le imprese e i personaggi che hanno contribuito a rendere indimenticabile il periodo d’oro tra la fine della guerra e gli anni ’70. A far da colonna sonora le canzoni da osteria eseguite da “I Senza Biro”. Alla voce Giancarlo Peroncini, meglio noto come “Pelè”, alla chitarra Nadir Scartabelli, alla fisarmonica Antonio Curedda. Introducono: Tommaso Bertelli e Matteo Liuzzi.

Bar Lume 21.30 Recital di Lella Costa. I suoi pezzi storici sulle relazioni e sulla vita di coppia. I cambiamenti intervenuti nelle nostre vite col passare del tempo. L’inesauribile vena ironica, l’intelligenza del cuore e la coscienza collettiva. Un racconto divertente e irriverente che parla di tutti noi.

Teatro La Cucina 21.30 “Casting. Per un film dal Woyzeck” di Maurizio Braucci, regia di Annalisa D’Amato. “Casting” è lo spettacolo teatrale che porta alla nostra festa i ragazzi di Arrevuoto. Tredici giovani aspiranti attori, ragazzi e ragazze della Napoli popolare, partecipano a un casting per mettere in scena il “Woyzeck” di George Büchner. Lo spettacolo-studio si dipanerà su diversi livelli, dalla messa in scena di parti del testo di Büchner, al racconto-confessione dei suoi giovanissimi interpreti, delle loro biografie e dei loro contesti sociali, attraverso il confronto degli attori con i personaggi da interpretare. La messa in scena dello spettacolo si alternerà quindi con il casting e le sue dinamiche, in una sorta di linea narrativa parallela che racconterà la realtà difficile (ma anche ironica) della città da cui vengono i ragazzi e le ragazze, il loro desiderio di fare gli attori in un contesto dove si fanno più casting che colloqui di lavoro e dove apparire è diventato un lavoro. Arrevuoto è un progetto di teatro e pedagogia, curato dallo scrittore e sceneggiatore Maurizio Braucci, che opera tra le periferie e il centro di Napoli. Il loro slogan è “Only connect” in quanto il metodo è quello di unire giovani e giovanissimi di diverse parti sociali e cittadine nella costruzione di uno spettacolo esplosivo, ‘arrevutante’, senza peli sulla lingua, che parli alla città con l’energia della spontaneità critica. Ulteriori informazioni>

Palco Principale 21.00 Extraliscio. Band ‘romagnola’ d’adozione che mescola elettronica e sensazioni dalle aie, è il gruppo simbolo di una nuovissima scena che guarda a un patrimonio folklorico vastissimo, che incrocia le melodie fluide e sensuali del liscio della riviera romagnola con le culture mitteleuropee (polka, mazurka, valzer…). Folklore, lustrini e ballerini sono avvolti in un suono contemporaneo, con chitarre che stridono e sintetizzatori che arrivano ai confini del rumore. Operazione riuscita grazie all’abilità di musicisti come Mirco Mariani, uno dei più creativi sperimentatori italiani (più volte al fianco di Vinicio Capossela e Arto Lindsay) e ai fraseggi del clarinetto di Moreno ‘Il Biondo’ Conficconi e del sax di Fiorenzo Tassinari.

Palco Principale 22.30 “Good Old Boys, ovvero Colle Der Fomento e Kaos One & Dj Craim”. Tre rappers e due dj ma soprattutto cinque amici, cinque fratelli che spesso hanno percorso la stessa strada, sono saliti e scesi dagli stessi palchi, hanno scaldato e mandato in distorsione gli stessi impianti, bruciando gli stessi microfoni, mettendo a dura prova le stesse puntine e gli stessi mixer. “Good Old Boys” propongono un concerto incentrato sulle rispettive produzioni dei due team. Reinterpretate durante un live inedito che per tutta la sua durata vedrà Danno, Masito & Kaos calcare assieme il palco. Alle loro spalle Dj Baro & Dj Craim tesseranno assieme le fila dello show. Sin ad incontrarsi per un “back to back” sui tecnici. Che lascerà poi spazio ai featuring storici ed agli inediti live.

Bar Lume 22.30 Spettacolo teatrale “Nome di battaglia Lia” con il patrocinio di Associazione Nazionale Partigiani Italiani, Associazione Nazionale Ex Deportati, Istituto nazionale Ferruccio Parri. Rete degli Istituti per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, Federazione Italiana Associazioni Partigiane, Laboratorio Nazionale per la Didattica della Storia, Medaglia Commemorativa della Presidenza della Repubblica. Testo e regia di Renato Sarti. Con Marta Marangoni, Rossana Mola, Renato Sarti. Musiche di Carlo Boccadoro All’interno della grande pagina della Resistenza, il quartiere di Niguarda a Milano e le donne dei suoi cortili ebbero un ruolo particolare. Niguarda si liberò il 24 aprile 1945, con un giorno di anticipo su Milano. E fu proprio in quel giorno che si consumò uno degli episodi più tragici della Liberazione della città: colpita al ventre da una raffica di mitra di nazisti sulla via della fuga, moriva – incinta di otto mesi – Gina Galeotti Bianchi, nome di battaglia Lia, una delle figure più importanti del Gruppo di Difesa della Donna.

Sabato 16 giugno

Pedana Orti 11.00 Papa Francesco, la rivoluzione mancata? Papa Francesco sta rivoluzionando la Chiesa Cattolica oppure la sua opera riformatrice è stata già bloccata dall’ala conservatrice della Curia Romana? E’ questa la domanda a cui risponderanno due grandi esperti: Marco Politi, scrittore e giornalista, commentatore de Il Fatto Quotidiano, per  diciassette anni corrispondente vaticano di Repubblica, autore del libro “Francesco tra i lupi. Il segreto di una rivoluzione”; Marco Marzano, docente di sociologia all’Università di Bergamo, esperto di Chiesa Cattolica, autore del libro sull’opera di Francesco “La Chiesa immobile”. Conduce l’incontro Michele Migone.

Libreria Ostello 11.00 Chi ha paura del lupo? Il Lupo è nero e cattivo. Ma è sempre stato così? Forse non è nato “cattivo”, forse è successo qualcosa nella sua vita che l’ha fatto diventare così. E soprattutto: il lupo sarà cattivo per sempre? Forse noi possiamo fare qualcosa per lui, per farlo vivere meglio. E se quel “qualcosa” aiutasse anche noi a vivere meglio? Per scoprirlo, dobbiamo solo abbattere tutti gli stereotipi. Lettura di “Quando sarò grande” e a seguire laboratorio di pittura con gli acquerelli. Materiali inclusi. Letture e laboratori, consigliati dai 3 agli 8 anni, in collaborazione con Oasi del Piccolo lettore.

Bar Lume 11.30 “Eroi ed eroine dall’Africa antica e moderna”, canti e danze del Kenya e del Camerun con i Kambilolo Ndogo,  Madeleine Mbita Nna e Ncha Mbaye. Progetto e regia Mela Tomaselli.

Teatro La Cucina 11.30 Proiezione del Docu-Film “No Pet. Liberi e randagi” con il regista Davide Majocchi e Michele Minunno, istruttore cinofilo esperto in dinamiche di branco e di cani problematici. Siamo sicuri di conoscere bene i cani e i gatti che vivono nelle nostre case? E di quelli che vivono in strada cosa pensiamo? Un punto di vista non convenzionale sul randagismo e sulle dinamiche di gruppo. Modera Cecilia Di Lieto.

 Pedana Orti 12.00 “Senza chiedere il permesso. Il mondobastardo”.Presentazione del libro di Ezel Alcu, attivista curda, in Italia dal 2009 come rifugiata politica. Un racconto in cui si alternano brani in prosa, poesie e fotografie, immagini dal Kurdistan, da Torino e dalla Val di Susa, dove abita. La prefazione è di Zerocalcare (assieme all’autrice ha viaggiato in Kurdistan e lei è uno dei principali personaggi del fumetto ‘Kobane calling’). Partecipa Giulio Gasperini, Coordina Elena Mordiglia.

Libreria Ostello 12.00 Il pentolino di Antonino, un libro inclusivo. Antonino trascina sempre dietro di sé il suo pentolino, non si sa molto bene perché. Un giorno gli è caduto sulla testa e da allora Antonino non è più come tutti gli altri…deve faticare molto di più, e talvolta vorrebbe sbarazzarsi del pentolino, o nascondercisi dentro. Dietro Il Pentolino di Antonino, si cela la diversità, l’handicap, la difficoltà che può nascere da differenti situazioni della vita. Ma questo libro parla anche a tutti i bambini, insegnando la resilienza ovvero la capacità di trasformare un limite in una nuova opportunità. Dopo la lettura i bambini potranno disegnare un pentolino da portare con sé. Materiali inclusi. Letture e laboratori, consigliati dai 3 agli 8 anni, in collaborazione con Oasi del Piccolo lettore.

  Pedana Orti 13.00 “Un raglio ci salverà! Piccola rivoluzione a passo d’asino” con Alessandra Giordano, giornalista, scrittrice, operatrice in attività assistita con l’asino, fondatrice di asiniùs.it, la rivista on line degli asini e Massimo Montanari, guida ambientale escursionistica, accompagnatore di media montagna, esperto di trekking con l’asino. Partecipano all’incontro le asinelle Giada e Gradisca in orecchie, zoccoli e code. Coordina Cecilia Di Lieto.

Bar Lume 13.00 Incontro con il Sindaco di Milano, Beppe Sala.

Teatro La Cucina 14.00 Nuovi consumi e nuovi imballaggi: le innovazioni introdotte e possibili nei servizi urbani per l’economia circolare. Dibattito con Mauro De Cillis, responsabile Operativo di Amsa-Gruppo A2A, Carlo Montalbetti, direttore Comieco, Duccio Bianchi Istituto di ricerche Ambiente Italia e Marco Granelli, Assessore ad ambiente e mobilità del Comune di Milano. Coordina Fabio Fimiani.

Bar Lume 14.00 Dibattito teorico e anche un po’ pratico su privacy e sicurezza. Alexander J. Urbelis è un avvocato e un hacker; ha lavorato come ricercatore presso l’Office of General Counsel della CIA, presso la Corte d’Appello degli Stati Uniti, per le Forze Armate, come collaboratore esperto di sicurezza in studi legali a New York e Washington e per studi internazionali. Attualmente è partner del Blackstone Law Group, CEO di una società di consulenza sulla sicurezza delle informazioni, e parte del gruppo hacker newyorchesi “2600” con i quali dà vita alla trasmissione radiofonica settimanale Off The Hook.  Con lui parleremo del valore della privacy online, di come difenderla e del perché è importante farlo tutti e quotidianamente. A dargli manforte ci sarà Marco Calamari, portavoce in Italia, da prima che fosse un concetto di moda, del valore della privacy, fondatore del Big Brother Award e del progetto Winston Smith. Verranno raggiunti dal giornalista e scrittore Nicola Zamperini, il cui libro appena pubblicato si intitola “Manuale di disobbedienza  digitale”. Coordinano Marina Catucci e Francesco Tragni.

Pedana Orti 14.00 “Dante in Cina. La rocambolesca storia della commedia nell’estremo oriente”. Il libro di Eric Salerno ricostruisce le vicende di un personaggio vissuto a cavallo tra Otto e Novecento in un Oriente segnato dalla conquista britannica, dalla guerra sino-giapponese e dalla rivolta dei Boxer.  Eric Salerno, giornalista, inviato speciale, esperto di questioni africane e mediorientali, vive tra Roma, Melbourne e Gerusalemme da dove, da quasi trent’anni, è stato corrispondente del Messaggero. Presenta Raffaele Masto.

Pedana Orti 15.00 Dove andrà il Pd? La sconfitta, l’ opposizione e la  ricostruzione: cosa farà il Partito Democratico? Ne parlano Piefrancesco Majorino, assessore alle politiche sociali del Comune di Milano e Lia Quartapelle, deputata del Partito Democratico. Due importanti esponenti del modello Milano, conosciuti a livello nazionale, si confrontano sul presente e sul futuro del partito a cui appartengono. E sul passato. Coordina Luigi Ambrosio.

Pedana Orti 16.00 Conversazione sullo stato di salute della Repubblica Italiana con Valerio Onida, Presidente emerito della Corte Costituzionale e Carlo Smuraglia, Presidente emerito ANPI. Coordina Anna Bredice.

Teatro La Cucina 15.00 Incontro con Gianfranco Manfredi e Ricky Gianco.  Antonio Serra conversa con Gianfranco Manfredi, scrittore, sceneggiatore, autore di indimenticabili canzoni, e con il cantautore e compositore Ricky Gianco dell’ultima fatica di Manfredi, la graphic novel “Cani sciolti. Sessantotto”. Coordina Ira Rubini.

Bar Lume 15.00 Vecchie frontiere, nuovi muri: l’immigrazione in Europa. La Fortezza Europa di fronte al fenomeno dell’immigrazione, gli operatori umanitari davanti al dramma dei migranti. Sarà un incontro basato sul racconto di coloro che si occupano dei profughi che tentato di entrare in Europa. All’iniziativa parteciperanno Riccardo Gatti, capomissione di Proactiva Open Arms, la cui nave è stata sequestrata dalla magistratura italiana perché i componenti dell’equipaggio sono stati accusati di fomentare l’immigrazione clandestina;  Giorgia Linardi, portavoce di SeaWatch; l’avvocato Alessandra Ballerini, membro dell’ Osservatorio Europeo Solidarietà – Associazione Diritti e Frontiere; Daniela Padoan, scrittrice e giornalista; Federica Giannotta, Responsabile Advocacy e Progetti Italia di Terre des Hommes, Fulvio Vassallo Paleologo, presidente ADIF – Associazione Diritti e Frontiere; Asja Korbar dell’Associazione Are You Syrious?; Guido Viale, presidente Osservatorio Solidarietà; Paola Regina, avvocato internazionalista; Yasha Maccanico, ricercatore Statewatch. Coordina Roberto Maggioni. Evento in collaborazione con Osservatorio Solidarietà.

Teatro La Cucina 16.00 “La fotografia e il ’68”. Proietteremo le immagini di Cesare Colombo – gentilmente offerte dalle figlie Silvia e Sabina – e quelle di Francesco Radino, presente all’evento, che dialogherà con la fotoeditor Giovanna Calvenzi e Piero Scaramucci, di fotografia e del clima di quei giorni che le foto hanno immortalato. Incontro curato da Tiziana Ricci.

Libreria Ostello 16.00 Nei panni di Zaff. A Zaff non piace giocare a calcio e da grande lui vorrebbe proprio fare la principessa, ma i compagni lo prendono in giro: gli propongono di fare il meccanico, il medico, il muratore ma la principessa proprio no! Lettura del libro “Nei panni di Zaff”, per scoprire che le bambine a volte GIOCANO A CALCIO e i bambini a volte PIANGONO… e non c’è niente di male in tutto ciò. Dopo la lettura dalla Grande Cesta dei Travestimenti i bambini e le bambine potranno liberamente indossare tutto quello che trovano e divertirsi come matti. Letture e laboratori, consigliati dai 3 agli 8 anni, in collaborazione con Oasi del Piccolo lettore.

Pedana Orti 17.00 “L’Italia sta cambiando sulla cannabis?” Ne parliamo con Daniele Farina, storico esponente del movimento antiproibizionista ed ex relatore della legge sulle droghe, Marco Russo, fondatore di “Sir Canapa”, il primo hemp shop italiano, Hassan Bassi, segretario nazionale di Forum Droghe, Luca Marola di Easyjoint. Coordina Roberto Maggioni. Canapa, cannabis, marijuana, in Italia è boom di negozi di prodotti a base di Canapa. Persino nei supermercati discount è possibile acquistare cannabis light. I terreni coltivati sono passati dai 400 ettari del 2013 agli oltre 4000 del 2018, un business da 40 milioni di euro. La legge sulla legalizzazione delle droghe leggere è però naufragata in parlamento. La diffusione della cannabis light favorirà la legalizzazione o depenalizzazione delle droghe leggere? Perché il consumo di marijuana è così diffuso, soprattutto tra i giovani?

Teatro La Cucina 17.00  Incontro con Jacopo Fo. Una conversazione a tutto campo con Jacopo Fo sulla situazione politica italiana e internazionale, sul teatro come strumento per comprendere la contemporaneità, su temi ambientali e sociali più urgenti. Con Michele Migone e Ira Rubini.

Libreria Ostello 17.00 Il Nemico, una fiaba contro la guerra. A volte i potenti inventano dei nemici perché hanno paura e non sanno fare di meglio. Letture e laboratori per bambini coraggiosi che vogliono abbattere i muri (invece di costruirli), cancellare le leggi sbagliate (e scriverne di più giuste), e far sparire per sempre la guerra. Dopo la lettura laboratorio di “Multiformi”, le uniformi multicolore che confondono i Super Mega Seri Generali perché non permettono di distinguere i nemici! Letture e laboratori, consigliati dai 3 agli 8 anni, in collaborazione con Oasi del Piccolo lettore.

Bar Lume 17.30La terra brucia. Incontro con il climatologo statunitense Michael E. Mann“. Con Stefano Caserini, docente di mitigazione del cambiamento climatico al Politecnico di Milano, Damiano Di Simine, responsabile scientifico Legambiente Lombardia e Sylvie Coyaud, giornalista scientifica. Introduce Lorenza Ghidini. Michael Evan Mann, direttore dell’Earth System Science Center presso la Pennsylvania State University di Philadelphia, PA, da oltre trent’anni studia l’impatto delle attività umane sul cambiamento climatico. Nel 1998 ha pubblicato sulla prestigiosa rivista “Nature” il famoso grafico “della mazza da hockey”, che mostra l’impennata del riscaldamento terrestre in corrispondenza con l’industrializzazione della società occidentale. Un articolo che da allora è costato a Mann attacchi di ogni sorta, da dentro e da fuori il mondo scientifico, e perfino minacce di morte. Oggi Michael E. Mann è uno dei più importanti climatologi statunitensi, impegnato anche sul fronte politico contro le politiche negazioniste del presidente Donald Trump.

Pedana Orti 18.00 Che aria tira? Dibattito sulla qualità dell’aria che respiriamo e presentazione del progetto “Air Mobile”.  Con Milly Moratti, consigliera comunale, Anna Gerometta di Cittadini per l’aria e Sergio Harari, direttore dell’Unità di Pneumologia dell’Ospedale San Giuseppe MultiMedica IRCCS di Milano. Coordina Sara Milanese.

Teatro La Cucina 18.00 “Non più vittime. Combattere insieme la violenza sulle donne”. Ne parliamo con Lucia Annibali e Giulia Blasi. Modera Chiara Ronzani. Nell’ultimo anno il tema delle discriminazioni nei confronti delle donne e della violenza di genere è entrato nel discorso pubblico come non accadeva da decenni ed è percepito in modo più vicino alle sue dimensioni reali. E’ il momento giusto per una svolta? Come promuovere il cambiamento anche in Italia, dove ci sono enormi resistenze? Lucia Annibali, deputata, eletta con il Partito Democratico, avvocata, già consulente del Ministero delle Pari Opportunità contro la violenza di genere, coautrice del libro “Io ci sono. La mia storia di non amore” con Giusi Fasano. Giulia Blasi, scrittrice, giornalista, conduttrice radiofonica. Ha lanciato l’hashtag #quellavoltache grazie al quale migliaia di donne hanno portato allo scoperto storie di molestie sul lavoro. Dalla campagna è nato il libro #quellavoltache storie di molestie edito da Manifestolibri.

Bar Lume 19.00 Giù al Nord. Casa Surace incontra Milano. Un’ora di dialogo tra Lamberto Bertolè, Presidente del Consiglio comunale, con Simone Petrella, autore, e  Andrea Di Maria, attore, protagonisti del fenomeno social che analizza con profonda leggerezza l’incontro tra gli studenti fuorisede e i fenomeni della milanesità. Coordina Luigi Ambrosio. Casa Surace è una factory e casa di produzione nata del 2015 da un gruppo di amici e coinquilini. Le radici ed i valori del Sud, gli stereotipi da smontare, la vita dei piccoli paesi, i comportamenti, il rapporto tra studenti fuorisede, gli usi e i costumi culinari e non, vengono mixati e rielaborati in sketch e video ironici che hanno dato vita ad una vera e propria social community online. Il lavoro di Casa Surace sui video trae ispirazione dal mondo del cinema e del teatro ma anche e soprattutto dai nuovi linguaggi della rete in perenne mutazione, mantenendo però la giusta dose di spontaneità e puro divertimento.

Palco Principale 19.30 Dario Brunori, con la sua Brunori SAS, è ospite delle frequenze e degli studi di Radio Popolare dal suo primo disco, quel “Volume 1” che ci ha fatto scoprire uno dei talenti più vivaci e brillanti della nuova musica italiana. Dopo parecchi anni di amicizia e frequentazione, lo ritroveremo sul palco della nostra Festa 2018 per una chiacchierata sulla sua storia e sulle sue radici musicali. Arricchita da qualche canzone improvvisata al momento con la chitarra. Presenta Niccolò Vecchia.

Teatro La Cucina 19.30La questione catalana. Lo scontro centro-periferia che fa paura all’Europa” Con  José Moreno Torres, editore della casa editrice Malpaso e Joan Rabasseda, sindaco del comune catalano di Arenys de Munt. Modera Emanuele Valenti. La crisi catalana ha messo a nudo tutta la complessità dei rapporti tra centro e periferia nella Spagna moderna, uno dei principali paesi dell’Unione Europea. Si tratta di una crisi con radici profonde, ma che risente anche di dinamiche politiche, economiche e sociali piuttosto recenti. Lo scontro tra Madrid e Barcellona di questi ultimi mesi ha alimentato ulteriormente la frattura tra la Catalogna e lo stato spagnolo, ma anche le divisioni all’interno della stessa società catalana. Indagare e raccontare le differenze (anche le sfumature) in una società dove non è tutto bianco o nero ci può aiutare a capire qualcosa di più di una vicenda che va ben oltre l’indipendenza e la secessione. Gli ospiti di questo dibattito sono stati scelti proprio con questo obiettivo.  José Moreno Torres, vive e lavora a Barcellona ma è originario di Madrid. Per lungo tempo ha vissuto e lavorato fuori dalla Spagna e dalla Catalogna. Joan Rabasseda è invece il sindaco del primo comune catalano, Arenys de Munt, ad aver organizzato un referendum sull’indipendenza dal resto della Spagna.

Bar Lume 20.30 Concerto dei “Pupi di Surfaro”. Dalla Sicilia un progetto vivo, in perenne evoluzione, una sperimentazione continua e sempre aperta, un vero e proprio laboratorio di idee e suoni. La Genesi dei Pupi di Surfaro è legata alla voglia  di scoprire il folk, le radici. Si evolve nella consapevolezza, con l’esigenza di trovare uno stile comunicativo contemporaneo, originale e innovativo. La loro è una parola prorompente, poetica e diretta. Concreta e dissacrante. Un suono forte, potente, trascinante.

Palco Principale 21.00 Spettacolo “Io ed io – Una vita fatta di incredibili accadimenti – Gaber secondo i Mercanti di Storie”. Di e con Massimiliano Loizzi. Musiche e arrangiamenti di Giovanni Melucci, con Stefano Fascioli, contrabbasso e Massimo Marcer, tromba. Uno spettacolo di TeatroCanzone ispirato al mondo, alla musica e alla poesia di Giorgio Gaber. L’autobiografia non autorizzata di Massimiliano Loizzi: il racconto di una vita fatta di incredibili accadimenti attraverso le canzoni del Signor G . La storia del Paese narrata per mezzo della straordinaria e falsa vita di Massimiliano Loizzi e delle canzoni di Giorgio Gaber. Un monologo in bilico fra satira e poesia, musica e parole, riflessione e divertimento.

Teatro La Cucina 21.30 Spettacolo “Dora pro nobis” di Concita De Gregorio. Con Federica Fracassi (voce) e Lamberto Curtoni (violoncello). Musiche originali di Lamberto Curtoni. La storia di Dora Maar è il Novecento. La sua serietà, la sua perdizione, la sua capacità di vedere senza essere vista, l’ostinazione quasi infantile, lo straordinario talento. L’amore, soprattutto. La storia di questa donna, un po’ croata un po’ argentina, cresciuta in Francia tuttavia – i paesi slavi, l’America latina, Parigi: tre mondi dentro di lei – mi ossessiona fin da bambina. L’ho sfiorata, una zia che l’aveva conosciuta mi raccontava i suoi racconti. I suoi incontri, gli uomini. George Bataille, Paul Eluard, Pablo Picasso, Jaques Lacan. Cioè la Letteratura, la Poesia, l’Arte, la Psicanalisi. Tutte con la Maiuscola, tutte sul suo corpo minuto e inossidabile. La luce nell’ombra. Sempre amata, sempre respinta. La follia, saggezza ultima. Sarà presente l’autrice Concita De Gregorio.

Bar Lume 22.00 MU – Il nuovo progetto ispirato alla vita e alle opere di Joseph Roth di Maler – l’autore della sigla del “Demone del tardi”-. Si tratta di un’opera interamente ispirata alla biografia e ai romanzi di Joseph Roth, lo scrittore che più d’ogni altro seppe interpretare la crisi europea tra il primo e il secondo conflitto mondiale. Raccontò  la fine di un mondo perduto per sempre, idealizzando il passato per smascherare le contraddizioni del presente. Ed è una significativa coincidenza che Mu sia il nomignolo con cui Roth veniva chiamato da bambino e anche quello di un mitico continente scomparso. Il progetto  è composto da quindici canzoni per voce, pianoforte e fisarmonica, un audiolibro che racconta la vita di Roth e una favola che ne reinventa l’infanzia  disponibile su tutti gli store digitali. Con Giancarlo Di Maria al pianoforte e Thomas Sinigaglia alla fisarmonica.

Palco Principale 22.30 Concerto dei PUNKREAS.  La punk band più famosa d’Italia. Originari dell’hinterland milanese, Cippa (voce), Andre (chitarra), Paletta (basso), Noise (chitarra) e Gagno (batteria) hanno all’attivo una dozzina di album (l’ultimo è “Inequilibrio” del 2018). Musicalmente la band è riconoscibile per le sue sonorità grezze e furenti che rivelano una tecnica eccellente ed una creatività – soprattutto nei testi – fuori dal comune.

Teatro La Cucina 23.00 “This Is Congo”. L’Africa che non vogliamo vedere. La Repubblica Democratica del Congo è stato devastato da un lungo conflitto che negli ultimi due decenni ha provocato più di cinque milioni di morti nel disinteresse (interessato) dell’Occidente. Disinteresse nei confronti delle vittime; interesse, invece, nei confronti dei ricchi giacimenti minerari. This Is Congo scatta un’istantanea globale e priva di filtri del conflitto più lungo mai visto nel nostro tempo. Il documentario di Daniel McCabe sarà proiettato e presentato al pubblico da Raffaele Masto e Dario Barone di Camera Distribuzioni Internazionali.

Bar Lume 00.00 Silent disco a cura di Davide Facchini. Si balla con le musiche di tutti i DJ della radio. Le cuffie della silent disco per scatenarsi nelle danze verranno consegnate gratuitamente esclusivamente a ballerine e ballerini che indosseranno una maglietta di Radio Popolare. Precedenza e saltacoda a chi vestirà l’esclusiva e nuova tshirt dell’Impresa eccezionale disponibile alla nostra festa.

Aggiornato lunedì 18 giugno 2018 ore 02:24
TAG