in lombardia

Insulti leghisti al Giorno della Memoria

domenica 28 gennaio 2018 ore 23:18

“Visto che è il Giorno della Memoria, ricordate d’andare a pijarlo …..” 

Questo post comparso su Facebook è opera della sindaca di Gazzada Schianno, Comune vicino a Varese.

Cristina Bertuletti, leghista, ha espresso in maniera molto esplicita il suo disprezzo verso la giornata che ricorda tutte le vittime dello sterminio nazifascista. 

Bertuletti ha mostrato anche simpatie per la destra fascista.

Sempre su Facebook, lo scorso 11 gennaio aveva pubblicato un appello al voto a favore di Casapound.

Dopo che è scoppiata la polemica per la frase insultante sul Giorno della Memoria, i post non sono più visibili pubblicamente.

L’iniziativa potrebbe creare nuovo imbarazzo nella Lega. Il segretario Salvini era già dovuto intervenire pochi giorni fa per prendere le distanze dall’iniziativa dei Giovani Padani di Busto Arsizio, sempre nel varesotto, i quali avevano bruciato in piazza un fantoccio che ritraeva la presidente della Camera, Laura Boldrini, raffigurata al timone di una nave di una Ong su cui viaggiavano dei migranti. In quell’occasione era stato il sindaco di Busto ad accendere il fuoco, nell’ambito di una festa popolare.

La Lega è sotto pressione da quando il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Lombardia, il leghista Attilio Fontana, anch’egli  varesotto, ha iniziato la campagna elettorale affermando la necessità di tutelare la “razza bianca” dall’immigrazione. 

Diversi rappresentanti della Lega di Salvini stanno mostrando il volto peggiore: frasi razziste, atteggiamenti aggressivi, ammiccamenti al fascismo. E insulti a chi coltiva la memoria dei crimini nazifascisti

casapoundbertuletti

Aggiornato lunedì 29 gennaio 2018 ore 15:23
TAG