Ottavia Piccolo

L’enigma di Massini viene da lontano

venerdì 07 ottobre 2016 ore 11:45

Milano - “Niente significa mai una cosa sola” è il sottotitolo di “Enigma”, il testo di Stefano Massini che arriva al Piccolo Teatro Studio Melato di Milano, con Ottavia Piccolo e Silvano Piccardi (anche regista), dopo una lunga tournée italiana.

2009: Ingrid e Jacob si incontrano, apparentemente per caso, vent’anni dopo la caduta del Muro di Berlino. Le ore che trascorrono insieme, in una conversazione che somiglia a un incontro di boxe o una partita di scacchi, mette il pubblico, pur ignaro dei dettagli, viene messo al corrente del del fatto che entrambi non dicono tutta la verità e che, forse, non sono davvero due estranei.

Emergono una serie di indizi e riferimenti a una passato pesante, vissuto in un’epoca in cui anche parlare nella propria casa, con gli amici o i familiari, era pericoloso.

Massini sfrutta le dinamiche umane per analizzare e mettere sotto accusa l’esperimento politico della DDR e in particolare quello della Berlino divisa dal muro, sottolineando il “non detto” che tanti tedeschi anche oggi faticano a maneggiare.

Ottavia Piccolo è stata ospite di Cult poco prima del debutto milanese

Ascolta l’intervista a Ottavia Piccolo su “Enigma”:

ottavia-piccolo-enigma

Aggiornato lunedì 10 ottobre 2016 ore 15:54
TAG
CulturaDDRMilanoTeatro