a treviso

Il saluto romano dei bambini al raduno skinhead

lunedì 05 settembre 2016 ore 07:00

A Revine, in provincia di Treviso, nello scorso fine settimana si sono radunati skinheads arrivati da tutta Europa.

“Camelot 2016” ha richiamato un migliaio di teste rasate che hanno alloggiato in un campeggio del paese, tra le proteste delle associaizoni antifasciste. Una tre giorni blindatissima ma da cui infine è trapelata questa foto, pubblicata su Twitter da un partecipante: 13 ragazzini, tutti minorenni, nell’atto di compiere il saluto romano.

L’Anpi di Treviso ha chiesto l’intervento della magistratura. Il Presidente Umberto Lorenzoni racconta, nell’intervista di Lorenza Ghidini, chi sono questi bambini, come – presumibilmente – è nata l’idea della foto e quale battaglia va fatta, nella società, se non si vuole accettare tutto questo.

Ascolta

Umberto Lorenzoni

Aggiornato martedì 06 settembre 2016 ore 18:11
TAG