FestivaLetteratura

A Mantova, migranti e clima

venerdì 09 settembre 2016 ore 07:14

Anche quest’anno il FestivaLetteratura Mantova ha chiamato a raccolta migliaia di persone. Tutto esaurito, soprattutto durante il week-end, per molti degli eventi.

Oltre ai tradizionali incontri con autori e scrittori, il FestivaLetteratura ha individuato una serie di percorsi tematici. Tra questi, ci sono stati quello dedicato ai cambiamenti climatici e quello sulle migrazioni.

Grammenos Mastrojeni è un diplomatico italiano, da anni impegnato nello studio delle questioni ambientali. Così, nell’intervista a Radio Popolare, racconta del legame, sempre più stretto e pericoloso, tra cambiamenti climatici e instabilità sociale.

Grammenos Mastrojeni

Tra i protagonisti del FestivaLetteratura, c’è stato anche Gazmend Kapllani. Albanese, fuggito in Grecia negli anni Novanta, Kapplani vive oggi a Boston, dove insegna. Il suo libro pubblicato dall’editore Del Vecchio, Breve diario di frontiera, è il racconto della persecuzione totalitaria sperimentata sotto il regime dell’Albania comunista, e al tempo stesso delle difficoltà, avventure e speranze della nuova vita in un nuovo Paese.

gazmend-kapllani

Aggiornato lunedì 12 settembre 2016 ore 10:14
TAG