La situazione

Terremoto. Le promesse. La realtà

lunedì 29 agosto 2016 ore 09:29

Nelle zone terremotate i superstiti stanno vivendo nelle tendopoli organizzate dalla Protezione civile. Una situazione che durerà non più di un mese, secondo la promessa del governo. L’obiettivo è quello di sistemare gli sfollati in prefabbricati di legno entro l’inverno. Ieri Renzi ha incontrato l’architetto Renzo Piano per coinvolgerlo nel piano di ricostruzione.

Intanto continuano le scosse di assestamento. Ieri c’è ne è stata una particolarmente forte alle 18. Scosse che provocano nuovi crolli e allarmano la popolazione.

Roberto Ciuffini, inviato del sito NewsTown.it ha passato il finesettimana nelle zone terremotate. Ecco il suo racconto:

Ascolta

ciuffini 29 agosto terremoto

La procura di Rieti indaga sulle costruzioni e la ristrutturazioni nella zona colpita dal terremoto del 24 agosto. Ristrutturazioni che avrebbero dovuto essere in molti caso interventi di adeguamento anti sismico e invece si sono rivelati semplici interventi di manutenzione, come si è visto dai crolli. Un esempio è quello della scuola Capranica di Amatrice, un altro quello del campanile di Accumoli, crollato uccidendo un’intera famiglia. E poi ci sono gli altri edifici pubblici, come ospedali, scuole e caserme, in teoria costruiti con criteri anti sismici. La procura di Rieti guidata dal procuratore Giuseppe Saieva, si concentra sui responsabili delle procedure , fino ai componenti delle commissioni di collaudo. Nei prossimi giorni i protagonisti, committenti dei lavori e ditte appaltatrici, verranno sentiti dai pm

In settimana ci sarà anche la nomina dell’ex presidente dell’Emilia Romagna Vasco Errani a commissario straordinario. Sul ruolo del commissario abbiamo sentito l’opinione del sindaco dell’Aquila Massimo Cialente.

Ascolta

intervista massimo cialente

 

TAG