fumetto e magia

Il lato più oscuro di Londra

domenica 17 luglio 2016 ore 09:25

Gli esoteristi hanno parlato spesso di due triangoli magici che uniscono cinque città. Il triangolo positivo o bianco comprende Lione, Praga e Torino. Il capoluogo piemontese è presente anche nel triangolo negativo o nero, che include San Francisco e Londra. Quest’ultima città, che nel Novecento fu scelta come dimora – tra gli altri – dal satanista Aleyster Crowley e dal negromante John Dee, oggi diventa protagonista di un romanzo a fumetti realizzato da una trentina di sceneggiatori e disegnatori.

Stiamo parlando di Londra in nero, una raccolta di storie e racconti brevi, appena arrivata nelle fumetterie e nelle librerie italiane, un’opera collettiva ideata e assemblata da Oskar Zarate, con il contributo di autori famosi come Alan Moore e Neil Gaiman e da autori meno noti ma di grande talento come Yaha Stajno, Stella duffy, Melinda Gebbie, Stewart Home e Jonathan Edwards, solo per citarne alcuni.

Londra in nero svela il lato meno turistico e più oscuro di una città affascinante ma non indugia su tematiche horror o surreali, bensì mostra il dolore del vivere contemporaneo attraverso il cuore in bianco e nero di Londra. Ed è Londra la protagonista delle storie: i personaggi, le loro parole e le loro azioni sono tasselli di un puzzle che mostra un luogo che, nel bene e nel male, ha una magia inconfondibile.

Neil Gaiman e Warren Pleece raccontano la vita e il cinismo di una guardia del corpo, assoldata da un uomo talmente ricco e potente da non comparire mai sui media e la cui vera passione è amare giovani uomini. Dalle case nobili e invisibili si passa al meraviglioso parco descritto da Stajno e Hogg, dove una giovane donna viene avvicinata da un esibizionista ma lei ribalta la situazione e, dopo averlo fatto spogliare, lo affida alle cure non amorevoli dei suoni cani.

Solitudine, cinismo, spirito di osservazione e compassione per chi ha perso il senso della propria esistenza sono gli elementi chiave del racconto Continuo a tornarci, di Oskar Zarate e dell’insuperabile Alan Moore.

Se anche voi avete voglia di tornare a Londra o di vederla con occhi nuovi, la lettura è suggerita.

Londra in nero, edizioni Magic Press, 136 pagine, 15 euro.

Aggiornato domenica 17 luglio 2016 ore 10:53
TAG