il primo in Italia

Tito il dinosauro

giovedì 21 aprile 2016 ore 09:09

Avevamo solo tre ossa, quindi bisognava essere ancora più cauti, ma una di queste ossa è una vertebra della coda perfettamente fossilizzata” lo dice Cristiano Dal Sasso della Sezione di Paleontologia del Museo di Storia Naturale di Milano, alla trasmissione Considera l’armadillo – noi e altri animali.

Dal Sasso ha coordinato un gruppo di Paleontologi che hanno annunciato la scoperta di un sauropode del gruppo dei Titanosauri. E’ il primo dinosauro erbivoro quadrupede dal collo lungo scoperto in Italia, e il più antico rappresentante del gruppo dei Titanosauri in Europa meridionale.

Le ossa sono state scoperte, quasi per caso, a Rocca di Cave, vicino a Roma e si trovano ora al Museo di Storia Naturale di Milano. Il dinosauro è stato soprannominato Tito anche a evocare un imperatore romano della vicina Capitale.

Gli studiosi reputano che Tito vivesse sul Litorale marino lungo il Mare di Tetide, 112 milioni di anni fa e  che probabilmente fosse un individuo subadulto delle dimensioni di 5-6 metri di lunghezza e del peso stimato di 600-700 chilogrammi.

Era un dinosauro quadrupede, camminava con il lungo collo proteso in avanti e la coda sollevata da terra, arti posizionati sotto il corpo come colonne ma ben distanziati, Esclusivamente vegetariano, si cibava di piante e forse anche di alghe.
Si tratta di un altro grande successo di Cristiano Dal Sasso e dei paleontologi  italiani dopo la scoperta   di
Scipionyx detto Ciro, un teropode cioè un dinosauro carnivoro bipede e dello Spinosauro.
L’intervista completa al podcast di Considera l’armadillo – noi e altri animali
Aggiornato venerdì 22 aprile 2016 ore 09:10
TAG