sinistra x milano

Continuità nello spirito di Pisapia

giovedì 21 aprile 2016 ore 15:31

Confermati i nomi delle quattro teste di lista. A seguire, rappresentanti della politica, della città dei diritti, dei comitati, della cultura laica. La lista “SinistraXMilano” che sostiene Giuseppe Sala è fatta.

Lo avevamo già anticipato: i capilista sono Daria Colombo, Anita Pirovano, Filippo Del Corno, Paolo Limonta.

Daria Colombo, numero uno in sostituzione di Francesca Balzani che ha deciso di non candidarsi dopo la sconfitta alle primarie, è nota per essere stata animatrice dei girotondi all’inizio degli anni 2000. E’ la moglie del cantautore Roberto Vecchioni. Anita Pirovano è la segretaria milanese di Sinistra Ecologia e Libertà. Filippo Del Corno è l’attuale assessore alla cultura, politicamente vicino alla sinistra Pd. Intervistato da Radio Popolare, Del Corno ha rivendicato l’eredita politica di Pisapia.

Paolo Limonta è il rappresentante dei ComitatiXMilano che condussero la campagna elettorale nel 2011; negli ultimi 5 anni è stato collaboratore del sindaco a Palazzo Marino.

Il richiamo a Pisapia è evidente, nel logo della lista e negli enunciati politici. SinistraXMilano si vuole accreditare nei confronti dell’elettorato più a sinistra all’interno del campo del centrosinistra e soprattutto si propone di rappresentare la continuità con l’amministrazione che termina a giugno il proprio mandato.

Il consigliere uscente di Sel, Luca Gibillini è in lista con il numero 8. L’altro consigliere uscente di Sel, Mirko Mazzali, ha rifiutato la candidatura spiegando di non avere condiviso alcune scelte fatte, e oggi è candidato nella lista SinistraXMilano al Municipio 1, quello del centro.

Nella lista ci sarà Luca Paladini, anima de I Sentinelli, gruppo noto in città che si batte per i diritti civili. Inizialmente anche lui aveva rifiutato la candidatura. Tra i fattori che lo hanno convinto a cambiare idea c’è stato probabilmente l’invito a collaborare arrivatogli direttamente dal candidato sindaco Giuseppe Sala.

Penultimo in lista col numero 42, Enrico Fedrighini, protagonista dei comitati ambientalisti, già consigliere comunali coi Verdi tra il 2006 e il 2011.

Tra le candidature spiccano personalità della cultura e del mondo laico. Ad esempio l’editrice Rosellina Archinto, la quale fu già consigliera comunale con il partito repubblicano all’inizio degli anni ’90. O Stefano Levi della Torre, professore al Politecnico di Milano, rappresentante della comunità ebraica di Milano. E poi, scorrendo la lista, Benedetta Barzini. Modella di fama internazionale in gioventù, icona della moda.

Aggiornato venerdì 22 aprile 2016 ore 11:23
TAG