fare il liutaio

Gli strumenti del mestiere

martedì 26 gennaio 2016 ore 13:27

Se è vero che la stragrande maggioranza degli strumenti musicali (chitarre e bassi, in questo caso) è realizzata industrialmente, è vero anche che gli strumenti, soprattutto se in mano ai professionisti, prima o poi vanno riparati. E poi sopravvive una nicchia di produzione artigianale.

Chi se ne occupa è il liutaio, un artigiano a metà tra il falegname e il musicista. Un lavoro difficile, che prevede una formazione di ben quattro anni di scuola specializzata. Chi ci racconta questo mestiere è Enrico, 26 anni, piacentino, da settembre titolare del laboratorio SoundCity.

Quando gli chiedo se c’è molta domanda mi risponde che fino ad ora, nonostante l’attività sia molto giovane, non ha mai avuto un giorno libero o un momento di stanca. Anzi. Mentre ci parla al telefono dal suo laboratorio, un cliente attende pazientemente con due chitarre in mano il suo turno.

Non è solo riparazione, appunto. Sono molti i musicisti che hanno bisogno di una figura che si occupi della manutenzione ordinaria degli strumenti, soprattutto nei periodi di registrazione di un disco, o un tour.

I costi per la formazione alla scuola civica di Milano, ci dice Enrico, sono estremamente abbordabili e l’unico vero ostacolo è il test di ingresso.

 

Se anche tu sei un Pioniere e vuoi raccontarci la vita che ti sei inventato scrivi a pionieri@radiopopolare.it

 

Ascolta la puntata

 

Pionieri – inventarsi la vita – è un programma a cura di Gianpiero Kesten e va in onda ogni giorno da lunedì a venerdì alle 13.30 su Radio Popolare.

Aggiornato martedì 26 gennaio 2016 ore 15:52
TAG