Sinistra italiana

Verso un partito, senza leader: limite o virtù?

mercoledì 11 novembre 2015 ore 08:12

“Sinistra italiana” ha lanciato il suo progetto. L’intenzione è diventare un partito, per navigare lontano dai confini del Partito-nazione. Tra il dire e il fare, molte incognite da sciogliere, difficoltà da superare, perplessità da chiarire.

Renzi ha definito l’operazione una “reunion” dei perdenti, Civati un’operazione di vertice, il rischio di divisioni in culla è dietro l’angolo.

Stando ai sondaggisti, in Italia, la sinistra nel suo insieme potrebbe puntare a raccogliere a raccogliere un consenso elettorale attorno all’8%. Sufficiente o troppo poco, per giustificare un progetto politico? E l’assenza di un leader, che da subito incarni quel progetto, è un limite o una virtù?

 

Ascolta il Microfono aperto

Sinistra, un progetto senza un leader: limite o virtù?

TAG