diventare naturopata

Raffaella, giovane terapeuta

mercoledì 11 novembre 2015 ore 12:20

Gli approcci non convenzionali alla cura della persona sono in crescita. La naturopatia è la disciplina che riassume in sé le terapie alternative più diffuse, dall’agopuntura alla riflessologia plantare.

Raffaella, 25 anni, ha da poco finito il percorso formativo per diventare naturopata e ci racconta quali sono le possibilità professionali per chi vuole cimentarsi in questa attività. Costi, partita IVA, qualche rudimento di marketing e sbocchi lavorativi in Italia per un settore di complemento alla medicina tradizionale che, seppur esistente da molti anni, sta vedendo negli ultimi tempi una risposta sempre maggiore da parte del pubblico.

Per la rubrica della Filosofia di servizio il Magister Vic ci racconta che “L’uomo non può guardare al di fuori di sè senza prima aver compreso la propria natura e non può inferirne le leggi profonde senza aver prima compreso i fondamenti della propria unità con gli altri individui. I filosofi presocratici scelsero nella natura l’oggetto dell’indagine, ma ciò avvenne quando la Grecia si avviava ormai verso le forme politiche più avanzate e nel momento in cui la ricettività culturale del mondo ionico era massima. Nel lavoro, indagare a fondo sulle proprie attitudini permette di definire la propria natura, in ognuno di noi non è praticabile una scelta lavorativa efficace se non ci si è confrontati prima con se stessi

I contatti di Raffaella: ilsambuco.naturopatia@gmail.com

e la pagina Facebook

Aggiornato venerdì 20 novembre 2015 ore 23:43
TAG