MUDEC serata di inaugurazione, Milano 26/03/2015. Ph: Fabrizio Stipari // 24OreCultura
In via Tortona a Milano

Finalmente MUDEC?

mercoledì 04 novembre 2015 ore 09:05

Milano - Il MUDEC, Museo delle Culture, ha aperto i battenti il 28 ottobre. Milano ha finalmente il Museo che aspettava da vent’anni, anche se forse ci si poteva attendere un programma espositivo di qualità più alta. Il maestoso edificio progettato dall’architetto David Chipperfield, che non l’ha voluto firmare in seguito a dissidi sulla realizzazione, a causa dei quali è in corso un’azione legale, sorge in via Tortona 56 e dovrebbe rappresentare le diverse culture del mondo.

All’ingresso si è accolti nella caffetteria e di fronte, negli spazi della Stecca, dal MUDEC Junior, riservato ai bambini, con laboratori concepiti come luogo di incontro e conoscenza degli altri paesi. Il primo laboratorio, dedicato al Marocco, è davvero affascinante: i bambini dai 4 ai 12 anni che vorranno partecipare potranno indossare abiti marocchini, conoscere la calligrafia, i mosaici di Fez e giocare in un ambiente che ricostrusce le variopinte case del Marocco, sotto la guida di giovani originari del paese.

Salendo lo scalone, ci si trova nel grande atrio, da cui si accede agli spazi espositivi. La Collezione Permanente, con duecento opere esposte, è il cuore del Museo. Il programma espositivo, che il Comune ha affidato a 24Ore Cultura, propone la piccola mostra-focus “A Beautiful Confluence”, dedicata ad Anni e Josef Albers e all’America Latina.

La mostra “Gauguin. Racconti dal Paradiso” propone alcuni capolavori e altre opere minori: la metà delle settanta esposte provengono dalla Ny Carlsberg Glyptotek di Copenhagen.

Accanto, la mostra “Barbie. The Icon”, una ricca collezione sulla bambola Mattel, presentata come icona globale: una mostra completamente priva di approccio critico al fenomeno.

Dobbiamo scendere al piano terra, in una saletta angusta, per vedere la mostra con cui il Forum della Città Mondo inaugura il proprio programma espositivo: “Eritrea/Etiopia: immagini e storie” dedicata alla comunità  che vive a Milano.

In conclusione, ci si potevano aspettare scelte più coraggiose e, per quanto riguarda la Collezione Permanente, un allestimento più vivace.

Ascolta il servizio sull’apertura del MUDEC

MUDEC inaugurazione

Aggiornato sabato 12 dicembre 2015 ore 19:39
TAG