#pasolini40 - 6

Azio Corghi e Bach secondo Pasolini

martedì 03 novembre 2015 ore 17:55

Il brano “…Tra la carne e il cielo”, scritto dal compositore Azio Corghi per ricordare Pier Paolo Pasolini, celebra il grande amore che il grande poeta e intellettuale nutriva per le partiture per archi di J. S. Bach.
La prima esecuzione assoluta del brano è avvenuta il 2 novembre al Teatro Comunale “Verdi” di Pordenone, che ha commissionato l’opera.
Si tratta di una composizione per violoncello concertante, pensata per la violoncellista Silvia Chiesa, che l’ha eseguita insieme al pianista Maurizio Baglini, all’Orchestra Filarmonica di Torino diretta da Tito Ceccherini, l’attore Omero Antonutti e il soprano Valentina Coladonato.
Ai nostri microfoni, Azio Corghi ha parlato del suo pluridecennale lavoro su Pasolini e del viscerale amore di PPP per Bach, di cui si rinviene eco non solo negli scritti ma anche nel cinema.

Ascolta l’intervista ad Azio Corghi

Azio Corghi intervista Cult

corghi1

Azio Corghi

Dal canto suo, Silvia Chiesa ha dichiarato: “Considero un onore eseguire questo brano, scritto per me, per almeno tre motivi: perché lo ha firmato uno dei più importanti compositori contemporanei, perché è ispirato a un grande intellettuale, e perché mi permette di sperimentare nuove possibilità espressive del violoncello.”

Ascolta l’intervista a Silvia Chiesa

Silvia Chiesa intervista Cult

Aggiornato mercoledì 04 novembre 2015 ore 12:06
TAG